Formula 1 test di Barcellona: l'analisi dei primi giri di Leclerc con la Ferrari

Formula 1, i primi test a Barcellona: Leclerc ai raggi X

Formula 1, i primi giri di Leclerc sulla Ferrari ai raggi X. Il giovane pilota piace e convince. Il feeling con la vettura c’è, il talento anche. La corsa al titolo Mondiale potrebbe avere un terzo incomodo.

La Formula 1 scalda i motori e inizia a macinare i primi giri in occasione dei test a Barcellona. Inutile negare che le telecamere e gli obiettivi erano tutti per Leclerc, il giovane pilota prodigio chiamato a rilanciare la Ferrari.

E Leclerc alza subito la voce rispondendo presente e lanciando già la sfida – poco significativa in verità – a Vettel, campione che deve ritrovarsi, e Lewis Hamilton, principe incontrastato ma forse non incontrastabile.

Leclerc
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ScuderiaFerrari

Formula 1, i test a Barcellona: i primi giri di Leclerc con la Ferrari

I primi giri sono con il freno a mano tirato, carichi di quel timore reverenziale che chiunque proverebbe mettendosi per la prima volta alla guida della Ferrari davanti alle telecamere e con i tempi destinati a essere valutati e criticati dai giornali del settore. Potremmo paragonare i test alle amichevoli estive del calcio, quelle partite che contano poco ma che nessuno vuole perdere. E Leclerc non ha voluto perdere l’occasione per mettersi in mostra dimostrando di poter ripagare la fiducia della Scuderia.

Prima ancora dei tempi – invidiabili e inaspettati – quello che colpisce è il feeling di Leclerc con la vettura. Il pilota sembra danzare tra i tornanti, la macchina gli obbedisce danzando sui cordoli schizzando a destra e a sinistra e poi volando sui rettilinei. Il tutto con una delicatezza propria dei grandi piloti. Chiude il primo giorno di test con il fiato sul collo di Vettel e con i complimenti del suo staff.

Nel secondo giorno di test Leclerc fa registrare il miglior tempo di giornata fermando il cronometro a 1’18”247

Nel secondo giorno di test si supera e piazza il musetto della sua macchina davanti a tutti facendo registrare un notevole 1’18”247 , il migliore dei 73 giri in pista (solo Hamilton ha girato più di lui).

Di seguito i tempi della seconda giornata di test:

1 Leclerc (Ferrari), 1’18”247 (73 giri)
2 Magnussen (Haas), 1’19”234 (33)
3 Giovinazzi (Alfa Romeo), 1’19”312 (62)
4 Norris (McLaren), 1’19”489 (53)
5 Gasly (Red Bull), 1’19”814 (69)
6 Ricciardo (Renault), 1’19”886 (28)
7 Hamilton (Mercedes), 1’19”928 (74)
8 Albon (Toro Rosso), 1’20”046 (61)
9 Stroll (Racing Point), 1’20”433 (45)

The 🏁 flag is out, which means it's lunchtime 🍽Here's a summary of our day so far with Charles Leclerc.#F1Testing #essereFerrari

Pubblicato da Scuderia Ferrari su Martedì 19 febbraio 2019

ultimo aggiornamento: 19-02-2019

X