Seconda vittoria in tre gare per il tedesco che ritorna in vetta al campionato davanti al britannico

2 vittorie in tre gare, 44 in carriera. Questi sono i numeri di Sebastian Vettel che ha trionfato nel Gran Premio del Bahrain sfruttando una bellissima prestazione della macchina e chiudendo davanti alle due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Gara perfetta, Vettel trionfa in Bahrain

Dopo le qualifiche non eccezionali dovute ad una scelta tattica in vista della gara Sebastian Vettel parte molto bene dalla terza posizione e riesce a scavalcare Lewis Hamilton alla prima curva portandosi in scia di Valtteri Bottas. Nonostante il tedesco sia più veloce del finlandese non riesce a superarlo così insieme alla scuderia cercano di fare l’undercut. Il ferrarista rientra ai box prima del previsto e riesce al termine della prima tornata dei pit stop a portarsi in prima posizione montando ancora le supersoft.

Ingenuità Hamilton, Vettel ringrazia

Proprio al primo pit stop arriva l’ingenuità di Lewis Hamilton che forse gli costa la vittoria: l’incidente di Lance Stroll con Carlos Sainz costringe la safety car ad entrare in pista così i piloti approfittano per rientrare ai box. Hamilton si trova dietro Bottas e nel ritorno nella corsia per il pit stop rallenta troppo creando un danno alla Red Bull di Daniel Ricciardo che alle sue spalle. Questo porta una penalità di cinque secondi che il britannico ha dovuto scontare nel secondo pit stop. Nonostante il forcing nell’ultima parte di gara Hamilton non riesce a recuperare il distacco che c’è con Sebastian Vettel chiudendo con sei secondi di distacco. Quarto posto per Kimi Raikkonen mentre Max Verstappen non ha concluso la gara.

Vettel si porta in vetta alla classifica mondiale

Con questa vittoria Vettel sale a 68 punti in classifica piloti con 7 punti di vantaggio su Lewis Hamilton (61) mentre il terzo gradino del podio viene occupato da Valtteri Bottas (38). In quella costruttori la Ferrari comanda (102) davanti alla Mercedes (99). Prossimo appuntamento fra 15 giorni in Russia.

Ecco l’ordine d’arrivo: 1. Vettel, 2. Hamilton, 3. Bottas, 4. Raikkonen, 5. Ricciardo, 6. Massa, 7. Perez, 8. Grosjean, 9. Hulkenberg, 10. Ocon, 11. Wehrilein, 12. Kvyat, 13. Palmer. Out: Alonso (giro 54), Ericsson (giro 50), Sainz (giro 12), Stroll (giro 12), Verstappen (giro 11), Magnussen (giro 8), Vandoorne (non partito).

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Formula 1 GP Bahrain motori Vettel

ultimo aggiornamento: 16-04-2017


Moto GP, Marquez: “Quelli della Yamaha sono i piloti da battere”

BMW, il video “A New Era” ci racconta i prossimi cento anni di auto