Formula 1, alla scoperta del volante di Lewis Hamilton. Più di venticinque tasti per una serie infinita di combinazioni ad alta velocità.

Grande protagonista delle prime uscite ufficiali sul tracciato di Melbourne, dove corre il primo GP della stagione, Lewis Hamilton, in ombra in occasione dei test, ha dimostrato in pochi giri di poter essere ancora lui il pilota da battere. Non solo. Per il valore che possono avere le prime prove libere, l’impressione è che il campione in carica sarà ancora una volta la preda, tanto per riprendere le parole di Vettel, il pilota da battere.

Il volante delle macchine di Formula 1: un concentrato di tecnologia

Il talento del pilota della Mercedes è fuori discussione, è sotto gli occhi di tutti. Quello che in pochi hanno la fortuna di vedere è lo strumento che Lewis maneggia con maestria. Il volante. Un concentrato di tecnologia per cui servirebbe una laurea anche solo per capire dove mettere le mani per accendere la macchina.

Come ricorderanno i più esperti appassionati di Formula 1, ci sono stati nella storia recente della competizione piloti che si mettevano alla guida della macchina portandosi bigliettini per ricordarsi tutte le funzioni e le combinazioni di tasti a disposizione.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Mercedes Formula 1
Fonte foto: https://www.mercedesamgf1.com

Formula 1, quanti tasti ha il volante di Lewis Hamilton

Quello che si vede a ogni inquadratura è il numero di tasti e levette. Sono venticinque, più il comando della frizione e quello per il cambio delle marce. I tasti di più immediata comprensione sono quello che serve a parlare con i box e quello per l’attivazione dell’ala mobile. Il resto è una serie di segreti ben nascosti tra misteri di tecnologia e aerodinamica.

È possibile modificare l’assetto della vettura, il bilanciamento, il funzionamento dei freni e la quantità di trasferimento di coppia tra le ruote posteriori.

Le funzioni più utilizzate nel corso di una gara sono ovvimente quella dello sterzo vero e proprio e i comandi per scalare la marcia. Secondo le indiscrezioni provenienti da casa Mercedes, il tasto più importante sarebbe invece quello Strat, che consente di modificare le prestazioni del motore a combustione interna e il recupero di energia elettrica.

Louis Hamilton
Louis Hamilton

Volanti delle macchine di Formula 1, a ognuno il suo

Ovviamente il volante non è uno standard. Ogni pilota ne ha uno diverso, anche due piloti della stessa scuderia. Lo strumento viene infatti progettato per esaudire le richieste e rispondere alle esigenze di ogni pilota che partecipa attivamente allo studio e alla progettazione del volante.

ultimo aggiornamento: 15-03-2019


Autocarro: definizione, caratteristiche tecniche e prezzi

Formula 1, prima fila Mercedes a Melbourne. 3° Vettel, 5° Leclerc