Successi di De Vries e Bird nei primi due appuntamenti della stagione di Formula E. Il circus ad aprile arriverà in Italia.

DIRIYAH (ARABIA SAUDITA) – Successi di De Vries e Bird nei primi due appuntamenti della stagione di Formula E. Dopo un 2020 saltato per l’emergenza coronavirus, il Mondiale in questo 2021 ha preso il via con due appuntamento consecutivi sul circuito di Diriyah.

Un primo assaggio di quello che succederà nelle prossime settimane. Il prossimo appuntamento (10 aprile) è fissato a Roma, gara che si preannuncia molto interessante.

Successo di Nyck de Vries in Gara-1 in Arabia Saudita

La prima gara in Arabia Saudita parla olandese. Il successo è andato a Nyck de Vries che, sul traguardo, ha preceduto di quattro secondi lo svizzero Edoardo Mortara e l’australiano Mitch Evans. Da segnalare l’ottavo posto di uno dei grandi favoriti per il successo finale come Stoffel Vandoorne.

Vittoria di Sam Bird in Gara-2 in Arabia Saudita

Niente bis per Nyck De Vries in Gara-2 in Arabia Saudita. L’olandese ha completato la sua gara in nona posizione. La vittoria è andata a Sam Bird davanti all’olandese Robin Frijns e il portoghese Antonio Da Costa. Un podio completamente diverso da quello precedente con la classifica generale che continua ad essere ancora compatta.

GP Formula 1
GP Formula 1

Le classifiche

Nella classifica piloti comanda Nyck de Vries dopo le prime due gare. 32 i punti conquistati dall’olandese. Dietro di lui Sam Bird (25) e il connazionale Robin Frijns (22). Per gli ultimi due da dire che in Gara 1 non sono andati a punti.

Nel Mondiale Costruttori comanda la Jaguar con 40 punti. Il team britannico è seguito da Mercedes (36) e Virgin (22). Ora un lungo periodo di pausa prima di tornare in pista. Il prossimo appuntamento, infatti, è in programma il 10 aprile a Roma. Un weekend che dovrebbe svolgersi a porte chiuse, ma si deciderà solo dopo un confronto con il Comitato tecnico-scientifico.


Formula E, spaventoso incidente per Alex Lynn (Video). Pilota in ospedale

Auto a guida autonoma, i pro e i contro. Attenzione agli hacker