L’ex ministro, Elsa Fornero, plaude agli aiuti dell’Europa ma mette in guardia: “Guardiamo al futuro, preoccupiamoci dei nostri figli”.

ROMA – Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro e delle Politiche sociali del governo Monti, ha parlato a Tgcom 24.

Fornero: “Pensioni anticipate, debito sui giovani”

L’accademica torinese ha parlato del tema degli aiuti europei e di quello previdenziale: “L’Europa ci ha dato un grande aiuto, ora sta a noi dare qualcosa in cambio. Ci hanno chiesto di spendere guardando al futuro. Vuol dire non pensare ai pensionamenti anticipati e preoccuparci dei nostri figli. Dobbiamo smetterla di tuonare contro il pensionamento in età più tarda, pur sapendo che le pensioni le pagheranno i nostri figli. Lasciamo questa deviazione di quota 100  fino alla sua scadenza, ma poi non ripetiamo l’errore“. 

https://www.youtube.com/watch?v=bEEPQ9sT_xw

Istruzione e sostenibilità

Poi, la Fornero ha ampliato il suo ragionamento con il tema dell’istruzione dell’Italia: “Se si vive di più, come prima cosa dobbiamo pensare a un percorso scolastico più lungo: abbiamo uno dei tassi di laureati tra i più bassi in Europa. Rimanere più a lungo nel sistema scolastico e anche in quello lavorativo. Questo non vale per tutti ovviamente: ci sono dei lavori considerati usuranti che hanno diritto di andare in pensione prima di altri“. Fondamentale secondo Fornero è il concetto di sostenibilità: “Vale per l’ambiente, dove non vogliamo lasciare ai nostri figli un mondo rovinato, e così deve valere per il sistema previdenziale. Questo sta cercando di dirci l’Europa: non accumulate debito sulle pensioni, fatelo per le generazioni future“. 

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
europa fornero pensioni quota 100

ultimo aggiornamento: 25-07-2020


Baby pensionati, la Cgia: “Costano 7 miliardi l’anno”

Recovery fund, arrivano le ‘euro-Tasse’