Ancora un sisma nel centro Italia: la scossa, avvertita intorno alle 10.25 sarebbe di magnitudo superiore a 5. Alle 11.26 nuovo sisma che ha coinvolto anche la capitale

Terremoto Roma – Trema ancora il centro Italia, colpito ancora da una forte scossa di terremoto, avvertita intorno alle 10.25. La scossa ha interessato alcune zone del Lazio, Abruzzo e Marche ed è stata avvertita anche a Roma. Secondo quanto riferito dall’Ansa, la magnitudo, stando alle prime informazioni, sarebbe superiore a 5.

Il sisma, avvenuto tra L’Aquila e Rieti, avrebbe raggiunto la magnitudo 5,3: queste le prime stime diffuse dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Nei comuni di Amatrice e Accumoli, già messe in ginocchio dalle scosse degli ultimi mesi, si sono verificati alcuni crolli. I Vigili del Fuoco stanno compiendo ulteriori verifiche, ma il lavoro è reso difficoltoso a causa della neve copiosa caduta in questi giorni. Come previsto dal piano di sicurezza, gli studenti di molte scuole di Rieti hanno evacuato gli edifici.

Terremoto a Roma

Intanto la terra continua a tremare. Intorno alle 11.26 è stata avvertita in tutta l’Italia centrale una terza scossa di magnitudo 5.6. L’epicentro del terremoto è stato individuato a una profondità di 9 chilometri, tra i comuni di L’Aquila e Rieti (zona Montereale). Gli altri comuni colpiti dal sisma sono Capitignano, Campotosto, Amatrice e Cagnano Amiterno.

La nuova scossa è stata avvertita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche e ha coinvolto anche Roma. Il sisma è avvenuto 28 chilometri a sud-ovest di Ascoli Piceno, 36 chilometri a nord dell’Aquila e 111 chilometri a nord-est della Capitale.

Seguono aggiornamenti.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 18-01-2017


Caso Cucchi, accusati di omicidio preterintenzionale i tre carabinieri che lo arrestarono

‘Ndrangheta, la Guardia di Finanza arresta 35 imprenditori in Calabria