Messico, la terra trema ancora: terremoto di 7.1, più di duecento morti

A una settimana dal sisma che ha provocato 100 vittime, il Messico piomba nuovamente nella paura. Un terremoto di 7.1 della scala Richter ha fatto crollare molti edifici nella capitale e a Puebla, città epicentro.

ORE 8.00 – Come purtroppo immaginato, il bilancio delle vittime del terremoto sale di ora in ora: al momento si contano già 248 morti. Nella capitale, è crollata una scuola con 26 bambini e 4 adulti: non ci sarebbe alcun superstite.

MESSICO – La terra ha tremato ancora con una intensità elevatissima: neanche il tempo di riprendersi dal sisma dell’8 settembre che ha provocato un centinaio di morti nella zona del Chiapas, nella zona sud-occidentale del Paese, che il Paese del Centro America ripiomba nella paura.

Colpito il cuore del Paese

Alle 13.30 locali, quindi, un terremoto di grande intensità, calcolato come magnitudo 7.1 della scala Richter, ha colpito la zona centrale del Messico. L’epicentro è stato localizzato a Puebla, a 50 km di profondità, dove sono già stati identificati 13 morti. Nello Stato di Morales le vittime sono circa 50. A Città del Messico, capitale del Paese, i morti accertati sono quattro.

Bilancio provvisorio

Si tratta, a ogni modo, di un bilancio provvisorio destinato, purtroppo, a salire. A Città del Messico sono crollati una trentina di edifici. E molte persone sarebbero intrappolate sotto le macerie. Le tv messicane stanno mostrando immagini di edifici crollati in parti molto popolose della città. La televisione trasmette immagini di colonne di fumo che si alzano da una grande struttura. Lungo l’autostrada che collega la capitale a Acapulco è crollato un ponte.

Danni molto estesi

Il sindaco di Città del Messico ha dichiarato che circa due milioni di persone sono senza corrente. Per ragioni di sicurezza sono stati annullati molti voli della scalo e l’aeroporto è stato chiuso. Gravemente danneggiato anche lo “Stadio Azteca”, teatro di due finali della Coppa del Mondo di calcio.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 20-09-2017

Fabio Acri

X