Le dichiarazioni del ministro dell’Economia Franco a margine dell’Ecofin informale in Slovenia: “C’è un atteggiamento di dialogo”.

Intercettato dai giornalisti a margine dell’Ecofin informale in Slovenia, il ministro dell’Economia Franco ha fatto il punto della situazione sulle regole Ue di bilancio, sulla riforma del Ptto di stabilità e del deficit dell’Italia.

Il ministro Franco a margine dell’Ecofin informale in Slovenia: “Non c’è contrapposizione, siamo convinti che il debito vada ridotto”

Non c’è una contrapposizione, noi siamo convinti che il debito vada ridotto e che questo sia utile anche per la nostra crescita“, ha dichiarato il ministro dell’Economia Franco.

Per quanto riguarda il ritorno alle regole di bilancio, “è una questione aperta”, ha dichiarato Franco. “Abbiamo davanti a noi quindici o sedici mesi per trovare una soluzione“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

soldi euro monete italia
soldi euro monete italia

Franco, “Abbiamo quindici mesi per trovare soluzioni”

C’è un atteggiamento di dialogo, nessuno, neanche i firmatari della lettera, è intervenuto in modo chiuso. C’è dialogo, ovviamente in tutte le direzioni, sappiamo che abbiamo 15 mesi per trovare soluzioni […]. Non c’è una contrapposizione, noi siamo convinti che il debito vada ridotto e che questo sia utile anche per la nostra crescita, alla lunga un debito più basso aiuta la crescita di un Paese“, ha dichiarato il Ministro dell’Economia parlando a margine dell’Ecofin informale come riferito da la Stampa.

La maggior preoccupazione non è il debito, assicura il Ministro dell’Economia

L’assetto delle regole potrà più avanti dirci se andare più veloci o più lenti, ma non è la nostra maggiore preoccupazione in questo momento. Le risorse del piano nazionale sono molto ampie, la sfida è adesso utilizzarle, più che chiedere ulteriori margini per altri investimenti nel 2022“, ha aggiunto il ministro Franco parlando del debito.


Dubbi sui dati di ascolto forniti da DAZN, l’Agcom apre un’istruttoria

Ancora una stretta sul Green Pass obbligatorio, nuovo decreto in arrivo