Franco Ordine boccia il Milan: "La mano di Giampaolo non si vede"

Franco Ordine boccia il Milan: “La mano di Giampaolo non si vede”

Sono molti i pareri negativi degli addetti ai lavori dopo Verona-Milan: Franco Ordine e Billy Costacurta bocciano, al momento, il lavoro di Giampaolo

Il Milan continua a vincere, ma non piace. La squadra di Giampaolo, infatti, è reduce dal secondo 1-0 consecutivo sul campo del Verona, ottenuto grazie a un rigore calciato da Krzysztof Piatek nel corso della ripresa. I rossoneri, però, hanno sofferto molto contro una squadra in dieci uomini, non riuscendo quasi mai a rendersi pericolosi. L’assenza di gioco è una grave colpa che, in tanti, imputano al nuovo tecnico del Milan.

Ordine duro con Giampaolo: “Non si capisce lo stile di gioco del Milan”

Poco spazio per i nuovi? Tornando al 4-3-3 – ha detto Ordine a Radio Sportiva –  Giampaolo si è rivolto a quei giocatori che conosco meglio quel sistema di gioco. E’ l’unica spiegazione che mi so dare. In più, alcuni tra i nuovi sono arrivati infortunati, come Theo Hernandez e Krunic.

Altri, come Bennacer sono arrivati tardi dopo la faticosa Coppa d’Africa. L’unico arrivato in ritardo ma già pronto è Rebic. In altre squadra come la Roma e il Sassuolo si vede la mano dell’allenatore, nel Milan, invece, ancora non si capisce se lo stile di gioco è quello di Giampaolo oppure quello della precedente gestione tecnica“.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo

Costacurta: “Milan? Vedo più confusione che organizzazione”

Alessandro Costacurta, commentatore tv ed ex vice-presidente della Figc, ha analizzato ai microfoni di Sky la stentata vittoria di Verona, ricavandone una impressione che è molto simile a quella di Ordine. Poche idee e confuse: la strada per l’assimilazione del gioco di Giampaolo, secondo l’ex calciatore del Milan, è ancora molto lunga.

In previsione della prossima partita questo è un grande risultato, tranquillizza ed aiuta l’atmosfera. Non ci sono però miglioramenti, quando si cerca di cambiare in questo modo l’organizzazione e la tattica all’inizio c’è anche un po’ di confusione. Vedo più confusione che organizzazione, non solo nel Milan e anche in quelle squadre che hanno cambiato idea di calcio“.

ultimo aggiornamento: 16-09-2019

X