Due fratelli della famiglia Spada sono stati arrestati per aver sequestrato e torturato due ragazzi. La denuncia è stata fatta dalla madre dei giovani.

ROMA – Due fratelli della famiglia Spada sono stati arrestati in un blitz della polizia nella giornata di sabato 29 maggio 2021. Come riferito dagli stessi inquirenti, l’indagine è partita subito dopo la denuncia di una donna e le accuse nei confronti è di traffico di droga, estorsione, sequestro di persona, associazione per delinquere e riduzione di schiavitù.

L’inchiesta è ancora in corso e nelle prossime ore non si escludono altri fermi per questa vicenda. Un fascicolo che gli inquirenti hanno aperto dopo la confessione da parte di una donna.

La ricostruzione della vicenda

La ricostruzione di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo quanto riferito dalla polizia, la donna ha denunciato quanto succedeva ai suoi figli, sequestrati, torturati, seviziati e profondamente umiliati con la diffusione di video sui social per qualche grammo di crack. Inoltre, la giovane figlia era costretta anche a prostituirsi per pagare i debiti di droga dei fratelli.

Episodi che duravano ormai da diversi anni e da qui l’inchiesta che ha portato al fermo dei due fratelli del clan Spada. Non si esclude il coinvolgimento di altre persone e per questo gli approfondimenti continueranno nelle prossime ore. Da capire anche se questo metodo è stato utilizzato solamente con i due ragazzi oppure anche altri giovani sono stati torturati dai fermati.

Polizia
Polizia

Il tweet di Virginia Raggi

Il blitz della polizia è stato commentato anche da Virginia Raggi con un breve post sui social: “Grazie a Polizia di Stato e DDA per arresto di due esponenti del clan Spada a Ostia. Operazione possibile grazie a denuncia di una madre coraggio stanca di vedere i figli tossicodipendenti utilizzati come schiavi degli spacciatori. #NonAbbassiamoLoSguardo“.


35enne trovato morto nel proprio appartamento, si indaga per omicidio

Tragedia Mottarone, domenica 30 maggio giornata di lutto in Piemonte