Fratoianni e Bonelli: l'appello per un fronte
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Fratoianni e Bonelli: l’appello per un fronte

Nicola Fratoianni

Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli discutono al Forum ANSA sull’importanza di un’Europa pacifica e la costruzione di un fronte democratico.

Nicola Fratoianni, deputato di Avs e leader di Sinistra Italiana, ha dichiarato al Forum ANSA che “La Nato è un’alleanza che risale a un altro tempo, e la sua funzione è stata raramente di stabilizzazione. Il punto è come l’Europa torni a essere un soggetto in campo“. Fratoianni ha criticato l’alleanza atlantica, suggerendo che la sua rilevanza e le sue operazioni non siano più adatte al contesto geopolitico attuale.

Come fare soldi? 30 idee semplici per guadagnare

Angelo Bonelli
Angelo Bonelli

L’appello di Avs alle opposizioni

Allo stesso evento, Angelo Bonelli, deputato di Avs e portavoce di Europa Verde, ha sottolineato l’importanza di un’Europa unita e pacifica. “Per noi è necessario che l’Europa esista. Se vinceranno i nazionalismi e le destre non è scontato che l’Europa ci sarà. Noi siamo per un’Europa della pace. Bisogna che si fermino le armi. Basta con questa escalation“, ha detto Bonelli, evidenziando la necessità di un’Europa che metta al centro la pace e la cooperazione internazionale.

Fratoianni e Bonelli hanno lanciato un appello alle forze di opposizione per costruire un fronte democratico contro le riforme proposte dal governo. Bonelli ha dichiarato che “Il premierato è un mercimonio tra Salvini e Meloni. L’Autonomia differenziata spacca l’Italia e crea delle disparità sociali. Sono riforme pericolose su cui è necessario che le opposizioni comincino ad assumersi delle responsabilità. – Conclude così’ – Faccio appello alla costruzione di un fronte democratico che difenda la Costituzione e il ruolo di garanzia del presidente della repubblica“.

Fratoianni ha aggiunto che la costruzione di un fronte alternativo al governo non può attendere. Questo fronte dovrebbe difendere i valori democratici e opporsi a riforme che rischiano di dividere ulteriormente il paese.

Le sfide globali e le proposte di Avs

Fratoianni ha espresso preoccupazione per la gestione delle crisi internazionali, come il conflitto tra Israele e Palestina e la guerra in Ucraina. “Abbiamo raccolto 150 mila firme per dichiarare Netanyahu criminale di guerra e sostenere il tribunale internazionale penale. Meloni, riconosci lo Stato palestinese. Questo non fermerà lo sterminio, ma è un primo passo“, ha affermato Fratoianni, sottolineando l’importanza di un’azione internazionale più decisa.

Sulla guerra in Ucraina, Fratoianni ha criticato la risposta dell’Europa, affermando che “L’Europa di fronte all’invasione russa dell’Ucraina semplicemente non c’è stata. È andata in un ordine sparso che ha un solo filo rosso: quello dell’escalation delle armi che ci porta verso la terza guerra mondiale”. Secondo Fratoianni, l’Europa deve adottare un’iniziativa diplomatica per costringere la Russia a fermarsi e per raggiungere la pace.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2024 17:48

Giorgia Meloni: “La Schlein mi copia. Ecco cosa rappresento per gli italiani”

nl pixel