Le forze dell’ordine di Frosinone hanno rinvenuto il corpo privo di vita di un 23enne, accasciato sul ciglio della superstrada.

La vicenda ha avuto luogo a Cassino, un paese in provincia di Frosinone. A fare la scoperta del corpo privo di vita della 23enne un automobilista, che ha tempestivamente dato l’allarme alle forze dell’ordine. Sul posto sono giunti anche i soccorritori, ma la ragazza era già priva di vita.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il ritrovamento

La vittima aveva 23 anni, ed il suo corpo è stato rinvenuto nella mattinata di oggi, 12 settembre, lungo la superstrada Cassino-Atina nei pressi dello svincolo per l’ospedale Santa Scolastica, in provincia di Frosinone. I medici del pronto soccorso sono giunti sul posto ed hanno identificato la vittima.

La vittima si era recata due giorni prima al pronto soccorso

Pare che la giovane si fosse recata nella struttura ospedaliera di Frosinone due giorni prima, mentre era in stato confusionale. Secondo le prime informazioni raccolte sulla vicenda, la 23enne aveva dei dolori all’addome. I carabinieri hanno avviato un’indagine e sono attualmente alla ricerca dell’uomo che ha accompagnato la 23enne durante il ricovero in ospedale.

Polizia

Il ritrovamento del corpo è avvenuto lungo la superstrada Cassino-Atina, nei pressi dell’uscita per San Pasquale a Cassino nel sud della provincia di Frosinone, questa mattina verso le sette. Un automobilista ha visto la vittima mentre passava per l’autostrada. La 23enne si trovava sul ciglio della strada.

Sul luogo del ritrovamento i carabinieri e la polizia, ed anche il magistrato della procura di Cassino. Le indagini proseguono per scoprire quale sia l’esatta dinamica dei fatti che ha condotto la giovane donna al decesso. Attualmente la strada in entrambe le direzioni è bloccata e ci sono diversi chilometri di coda sia in direzione Cassino che Sora.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 12-09-2022


Segregata in casa per 22 anni dal fratello e dalla cognata 

Elisa Claps, l’inchiesta sull’omicidio della 15enne