Fulvio Conti rassegna le dimissioni, non è più il presidente della TIM, Michele Valensise assume le funzioni fino a nuova nomina.

TIM, si dimette il presidente Fulvio Conti. Il numero uno della società ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato. Il prossimo Consiglio di Amministrazione si terrà il prossimo 21 ottobre, quando i vertici discuteranno della sostituzione del presidente. Fino alla nuova nomina, le funzioni passano nelle mani di Michele Valensise, consigliere più anziano del CdA.

TIM, arrivano le dimissioni di Fulvio Conti

Non sono chiari al momento i motivi che hanno spinto Conti a rassegnare le proprie dimissioni. Il presidente era finito al centro di diverse pressioni alle quali aveva resistito in maniera egregia ed efficace. Almeno in apparenza.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

TIM
fonte foto https://www.facebook.com/pg/TimOfficialPage

La nota diramata da TIM

Al termine del Cda, a suo modo destinato a rimanere nella storia della società, la TIM ha diramato una nota con la quale ha voluto ringraziare Conti per il suo impegno.

“Il Consiglio di Amministrazione di TIM si è riunito oggi per un aggiornamento sullo stato dei principali dossier all’attenzione degli uffici della Società.

Nel corso dei lavori, sono state accolte le dimissioni di Fulvio Conti, che ha rinunciato alla carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione e Consigliere della Società, a valere dalla conclusione della riunione. Il Dottor Conti ha rappresentato di ritenere esaurito il proprio mandato, alla luce della raggiunta stabilità nel funzionamento del Board e di un rinnovato impegno nella creazione di valore sostenibile per tutti gli stakeholder della Società.

Il Consiglio di Amministrazione, all’unanimità, ha ringraziato il Dottor Conti per l’impegno e gli sforzi profusi nel conseguimento di questo importante risultato, apprezzandone il contributo positivo, la piena correttezza, la sensibilità istituzionale ed il rispetto delle regole nell’esercizio del suo mandato, nell’interesse della Società, degli azionisti e di tutti gli stakeholder.

Il Consiglio di Amministrazione si è riconvocato il 21 ottobre 2019 per decidere sulla sua sostituzione a valle della reintegrazione dell’organo. Questa avverrà come da regole di autodisciplina, che attribuiscono al Comitato per le nomine e la remunerazione la responsabilità di svolgere un’istruttoria per la sostituzione di un amministratore indipendente. Nel frattempo, come da Statuto, le funzioni di presidenza saranno svolte dal Consigliere Valensise, in qualità di Consigliere più anziano.

Il Dottor Conti si qualificava come Consigliere indipendente, componente di diritto del Comitato Strategico. Alla data odierna, risulta possedere n. 225.003 azioni ordinarie TIM“.

Vivendi: “Approviamo la nomina di Valsenise”

Le reazioni a caldo di Vivendi sono state comunicate da uno dei portavoce del gruppo, che ha fatto sapere che le decisioni prese in occasione del Consiglio di Amministrazione possono rappresentare la base da cui ripartire per un futuro sereno e di crescita per la TIM.

“Le decisioni prese aiuteranno a continuare il percorso nella giusta direzione verso obiettivi condivisi tra membri del board e azionisti. Approviamo la nomina di Michele Valensise. È un membro indipendente del Cda, proposto da Vivendi”.

ultimo aggiornamento: 26-09-2019


Alitalia, ancora tanti nodi da sciogliere: il governo chiede a Delta di aumentare la partecipazione

Niente fusione tra Philip Morris e Altria: trattativa conclusa senza accordo