Fusione Fca-Psa, il punto sulla trattativa del nuovo anno

Fusione Fca-Psa, i nodi da sciogliere

Fusione Fca-Psa, il 2020 dovrebbe essere l’anno della nascita del quarto gruppo mondiale nel settore delle auto. Ma restano alcuni nodi da sciogliere.

Il 2020, per quanto riguarda il mondo dell’auto, dovrebbe essere caratterizzato dalla grande fusione Fca-Psa. Le parti sono uscite allo scoperto alla fine del 2019 e nel nuovo anno dovranno mettere a punto prima la parte burocratica e poi quella operativa.

Il rischio che si vuole evitare è quello di creare un terremoto che possa andare a stravolgere due realtà consolidate. Reduci da un periodo non propriamente positivo e che anche per questo motivo hanno deciso di unire le forze. Ma questo non significa che Fca e Psa abbiano intenzione di cancellare il passato, i marchi che hanno valorizzato negli ultimi anni e gli sviluppi messi a punto nel passato recente.

Fusione Fca-Psa, il punto

La fusione dovrebbe completarsi nel giro di un anno, quando vedrà la luce e sarà operativo il quarto gruppo a livello mondiale per quanto riguarda il settore automobilistico. A Torino e a Parigi c’è ottimismo ma entrambe le parti sono ancora alla ricerca di garanzie (che interessano in realtà anche ai rispettivi mondi politici).

FCA
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/FCA-Fiat-Chrysler-group

Possibile patto tra la Exor e i vertici Peugeot

A garanzia dell’accordo e degli interessi delle due realtà potrebbe arrivare un patto tra la Exor, società degli Agnelli, e i vertici della Peugeot. Si tratterebbe di una garanzia reciproca. Al momento alle indiscrezioni non sono seguite vicende concreto e non è detto che qualcosa possa accadere.

Il tema delle azioni

In qualche modo si dovrà comunque fare chiarezza per quanto riguarda l’aspetto delle azioni, I tetti massimi per il possesso delle azioni sono stati fissati, ma al di sotto di queste realtà esistono infiniti scenari possibili che potrebbero condizionare il matrimonio tra Fca e Psa spostando gli equilibri da una parte o dall’altra.

L’obiettivo è quello di mantenere la situazione equilibrata sia per quanto riguarda i ricavi che per quanto riguarda il peso in Consiglio di Amministrazione. Due cardini fondamentali per la buona riuscita della complessa operazione.

ultimo aggiornamento: 06-01-2020

X