Renault-Nissan, torna di moda l’ipotesi fusione

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Fusione Renault-Nissan: le due case costruttrici sono legate da un’alleanza ma stanno trattando per una fusione vera e propria in stile Fiat-Chrysler.

Sono ormai alcuni anni che si vocifera di una possibile fusione Renault-Nissan. Le due case automobilistiche sono legate da un’alleanza (fatta di reciproche partecipazioni azionarie) ma tanto il mercato borsistico quanto l’azienda giapponese spingono per una fusione vera e propria.

Le trattative per la fusione Renault-Nissan

Ad inizio marzo era stata l’agenzia Reuters a dare la stura alle indiscrezioni su di una possibile fusione riferendo di trattative per il trasferimento del 15% delle azioni Renault possedute dal gruppo Nissan. Malgrado la secca smentita da parte di entrambe le parti in causa, a tornare a rilanciare l’ipotesi di fusione è il sito Bloomberg. In un articolo pubblicato il 29 marzo 2018, il portale americano riferisce come “stando a persone informate sui fatti, Renault SA e Nissan Motor Co. sono in trattativa per una fusione, cercando di solidificare la loro ventennale alleanza in un unico soggetto dal momento che una tendenza senza precedenti verso l’elettrificazione in cui la Nissan è particolarmente attiva, n.d.r. – sta trasformando l’industria automobilistica“.

Nell’articolo si legge, inoltre, che le trattative – condotte da Carlos Ghosn, l’amministratore delegato di entrambi i gruppi –  porterebbero alla fine dell’attuale alleanza (con Renault che possiede il 45% della Nissan e quest’ultima che detiene il 15% dell’alleata francese) per unire le due aziende in un’unica corporation.

Fusione Renault-Nissan
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/drannok/2597090552

I possibili scenari futuri e la reazione della Borsa

La fusione creerebbe un’entità in grado di competere con grandi gruppi come Volkswagen e Toyota. Se, infatti, da un lato, l’alleanza Renault-Nissan ha permesso di ammortizzare i costi, dall’altro la proprietà frammentata ha limitato le potenzialità dei due gruppi.

In buona sostanza, le trattative in corso vertono su una transizione in cui la Nissan e i suoi azionisti trasferirebbero le proprie azioni al gruppo Renault in una nuova società di cui gli azionisti giapponesi riceverebbero comunque delle azioni. La nuova società potrebbe continuare ad avere due sedi operative, una in Francia ed una in Giappone.

Pur trattandosi solo di indiscrezioni (che l’Alleanza ha smentito tramite un proprio portavoce), le voci relative ad una possibile fusione hanno fatto molto bene al titolo Renault. Le azioni della casa della Losanga hanno superato il valore di 100 euro, toccando un picco dell’8.3% prima di chiudere a Parigi con un +4.5% a poco più di 97 euro. Bene anche il titolo Nissan che ha fatto registrare un + 0.5%.

Tornando alla fusione, le fonti Bloomberg ammettono che la buona riuscita delle trattative è tutt’altro che scontata. Il punto è che il governo francese possiede il 15% della Renault e difficilmente vorrà cederlo; inoltre la fusione andrebbe approvata sia dal governo di Parigi che da quello giapponese e potrebbero sorgere dei contenziosi sulla sede della nuova società. Per questo, la sede legale potrebbe essere a Londra o nei Paesi Bassi.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/61671511@N07/5953419765

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/drannok/2597090552

Ricevi le ultime notizie sul mondo dei Motori, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 30-03-2018

Redazione Napoli