Per rilevare le quote di maggioranza del Milan non vi sarebbe solo l’interesse dei Ricketts, ma anche quello di un altro importante investitore americano.

Da ieri l’ambiente Milan è in grande fermento. Il passo di lato di Yonghong Li e il contemporaneo farsi avanti della famiglia Ricketts hanno risvegliato tifosi e stampa dal torpore derivante dall’attesa sanzione Uefa. Il futuro del club, ancora pieno di dubbi, sembra portare a un progetto sempre più solido, su basi statunitensi.

All’interesse dei Ricketts sarebbe parallelo quello di un altro investitore americano, un mister X vicino a Goldman Sachs e in questo momento addirittura più avanti rispetto alla famiglia proprietaria dei Chicago Cubs. Sono quattro i nomi avanzati dal Sole 24 Ore, che ha provato a far luce sulla vicenda: Rocco Commisso, Joseph Fertitta, Joshua Harris e la famiglia Dolan.

Futuro Milan, chi è mister X?

L’identità segreta di questo potente investitore al momento è circondata da numerosi dubbi. Il primo nome avanzato dal quotidiano d’econimia italiano è quello di Rocco Commisso, proprietario dei Cosmos dal 2017, miliardario di origini italiane fondatore di Mediacom, l’ottava azienda di tv via cavo degli Stati Uniti.

Ma alcuni indizi porterebbero anche a un nome differente, quello di Tilman Joseph Fertitta. Proprietario della catena di ristoranti Landrys, oltre che degli Houston Rockets, franchigia dell’Nba, anche quest’ultimo garantirebbe un progetto molto importante al Milan.

Più defilati i nomi di Joshua Harris, cofondatore del fondo Apollo Global Management, proprietario dei Philadelphia 76ers (altra franchigia dell’Nba), nonché socio di minoranza del Crystal Palace, e la famiglia Dolan, originaria di New York e proprietaria dei Knicks (Nba) e dei Rangers (Nhl).

La famiglia Ricketts (fonte foto https://twitter.com/malayan_fact)
TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 23-06-2018


Chi è Thomas Ricketts, il patron dei Chicago Cubs che vuole comprare il Milan

Russia 2018, Corea del Sud-Messico 1-2: El Tricolor a un passo dagli ottavi di finale