Dall'Amazzonia ai dazi: tutti i temi del G7 di Biarritz

G7 di Biarritz, l’ombra dei dazi sulla Francia. Arriva il ministro degli Esteri iraniano

Al via il G7 di Biarritz. I leader si incontreranno in Francia per affrontare diversi temi: dagli incendi in Amazzonia ai dazi.

BIARRITZ (FRANCIA) – Al via il G7 di Biarritz. Una tre giorni francese per i leader mondiali che affronteranno diversi temi. Sul tavolo la questione del nucleare in Iran ma anche i dazi tra Cina e Stati Uniti e la Brexit. Ma nelle ultime ore il presidente della Francia, Emmanuel Macron, ha voluto inserire anche la deforestazione dell’Amazzonia.

Trump risponde alla Cina e minaccia la Francia

C’è grande attesa per l’arrivo di Donald Trump. Prima della partenza il presidente degli Stati Uniti ha minacciato la Francia: “Non voglio che Parigi tassi le nostre grandi aziende perché è ingiusto. Se lo faranno, tasseremo i loro oppure faremo qualcos’altro“.

Il leader della Casa Bianca ritorna anche sulla contromisura di Pechino ai dazi inseriti dagli Stati Uniti: “Dal 1° ottobre saliranno al 30% le tariffe sui 250 miliardi di dollari di Made in China sui quali pesano già le imposte. Sui restanti 300 miliardi di dollari di prodotti dalla Cina che saranno tassati dal 1° settembre, i dazi saranno del 15% e non del 10%“.

Donald Trump
Donald Trump

Il G7 di Biarritz

C’è grande attesa per il G7 di Biarritz. Diversi gli argomenti sul tavolo dei leader politici e nelle ultime ore è stato inserito anche l’incendio dell’Amazzonia. Macron ha attaccato via social il presidente Bolsonaro e chiede la ‘collaborazione’ anche degli altri Stati.

Grande attenzione alla Brexit. Boris Johnson ha in programma alcuni bilaterali per illustrare nei dettagli l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europa. Possibile anche un incontro con il premier Conte. Il primo ministro italiano per la prima volta affronterà il vertice da dimissionario. E potrebbe ritornare a parlare dopo il duro discorso in Senato prima di salire al Colle e riferire a Mattarella la fine del governo giallo-verde. E per lui si potrebbero aprire le porte di Bruxelles.

Arriva il ministro degli Esteri iraniano

A sorpresa a Biarritz è arrivato il ministro degli Esteri iraniano. Fonti governative di Teheran confermano la sua presenza in Francia per un incontro con il collega transalpino ma non è da escludere una sua partecipazione al vertice mondiale.

ultimo aggiornamento: 25-08-2019

X