G7 di Taormina: trovato equilibrio sul commercio, Trump rimanda la decisione sul clima

G7 di Taormina: trovato equilibrio sul commercio, Trump rimanda la decisione sul clima

Gentiloni sul vertice in Sicilia: “La discussione è stata vera e più intensa di altre volte. Mi auguro Trump decida bene“.

Si è concluso il vertice del G7 a Taormina. Un summit di grande rilevanza che, secondo il premier Gentiloni, è stato più vero di altre volte. Queste le parole del premier in conferenza stampa, riportate dall’Ansa: “L’Italia, la Sicilia e Taormina si sono presentati a questo appuntamento. Ringrazio il presidente Renzi che ha avuto l’idea di fare qui il vertice. Ha funzionato alla grande. La discussione è stata vera e più intesa di altre volte. Credo che il risultato più importante possa essere definito l’impegno comune sul terrorismo. Abbiamo discusso molto su commercio internazionale e clima. Sul primo abbiamo fatto passi avanti significativi, sul secondo abbiamo preso atto che, mentre sei su sette confermano gli impegni sull’accordo di Parigi, gli Usa sono ancora in fase di revisione della loro politica. Mi auguro che questa fase si concluda presto e bene“. Su Twitter, Trump ha annunciato che prenderà la sua decisione la prossima settimana.

Gentiloni: “Il G7 promoverà la formazione professionale di giovani imprenditori africani

Come specificato dal presidente del Consiglio, il G7 ha deciso di adottare una ‘road map’ per la parità di genere, rilanciando ancora una volta la battaglia per i diritti delle donne. Altra iniziativa importante è quella che riguarda un progetto di “innovazione e formazione professionale” per i giovani imprenditori africani. Spiega Gentiloni: “Le tracce dell’Africa sono molto forti dentro questo Vertice, più o meno un quarto, un quinto del tempo è stato dedicato al confronto con le organizzazioni africane“.

La questione migranti

Nel comuncato finale diffuso dal G7, si legge: “La gestione dei flussi migratori richiede sforzi coordinati a livello nazionale e internazionale. Pur sostenendo i diritti umani di tutti i migranti e rifugiati, riaffermiamo i diritti sovrani degli Stati, individualmente e collettivamente, a controllare i propri confini e stabilire politiche nell’interesse nazionale e per la sicurezza”.

ultimo aggiornamento: 27-05-2017

X