Torna in Italia Gabriele Micalizzi, il fotoreporter italiano rimasto ferito in Siria in occasione di uno degli ultimi attacchi contro i miliziani dell’Isis.

Rimasto ferito in Siria in occasione di una delle ultime battaglie contro l’Isis, il reporter italiano Gabriele Micalizzi (35 anni) torna in Italia grazie all’impegno della Farnesina che ha organizzato un viaggio di emergenza per il giornalista italiano. L’operazione è stata condotta dalla Farnesina che ha organizzato il viaggio di ritorno dalla Siria a Milano.

Il ritorno di Gabriele Micalizzi in Italia. La Farnesina: operazione coordinata dall’Unità di Crisi della Farnesina resa possibile da un volo dell’Italian Air Force

Il rimpatrio di Gabriele Miacalizzi è stato confermato dalla Farnesina che ha condiviso un messaggio sulla propria pagina Twitter. L’operazione è stata organizzata in seguito al miglioramento del quadro clinico del fotoreporter italiano.

Siria
fonte foto https://twitter.com/ClaudioPerconte

Giungerà nelle prossime ore a Milano Gabriele Micalizzi, il reporter italiano ferito in territorio siriano l’11 febbraio scorso. L’operazione di rimpatrio sanitario è stata coordinata dall’Unità di Crisi della Farnesina ed è resa possibile grazie a un volo dell’ItalianAirForce“, recita il messaggio condiviso dalla Farnesina.

L’aereo di Micalizzi atterrerà a Milano.

Il ferimento di Gabriele Micalizzi in Siria

Fotoreporter di trentacinque anni, Gabriele Micalizzi era rimasto ferito al volto nel corso di uno degli ultimi assalti contro l’ultima roccaforte dell’Isis.

Micalizzi era rimasto ferito al volto dalle schegge di un razzo esploso proprio a pochi metri da lui. In un primo momento si temeva per la vita del giornalista italiano, rimasto gravemente ferito a un occhio.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca gabriele micalizzi milano politica Siria

ultimo aggiornamento: 17-02-2019


Papa Francesco nell’Angelus: la gioia va condivisa con i fratelli

Agguato di camorra nel Napoletano, ucciso il boss Mariniello