A Sassari un gambiano di 23 anni è entrato in Questura e con un coccio di bottiglia ha ferito lievemente due agenti. Salvini: “Nessuna tolleranza”.

SASSARI – Momenti di paura in Questura a Sassari. Nella giornata di domenica 24 marzo 2019 un gambiano di 23 anni è entrato con un coccio di bottiglia ferendo lievemente due agenti prima di essere fermato dai poliziotti che in quel momento si trovavano nella struttura. Non sono stati comunicati altri dettagli sulla vicenda con gli inquirenti che preferiscono mantenere il massimo riserbo per non scatenare un allarme inutile.

Secondo le uniche indiscrezioni che arrivano il 23enne era in uno stato di agitazione nel momento dell’irruzione anche se è stato svelato il motivo di questo gesto. Il fermato attualmente si trova in carcere in attesa dell’interrogatorio di convalida che sarà svolto nelle prossime ore dal magistrato di turno. Le condizioni dei due poliziotti feriti non preoccupano e a breve dovrebbero ritornare in servizio. Sicuramente tanta paura per l’intera Questura ma alla fine il gambiano è stato fermato in tempo e fortunatamente non ci sono stati gravi conseguenze per agenti.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

Gambiano aggredisce poliziotti, Salvini: “Via dall’Italia subito”

La vicenda è stata raccontata anche da Matteo Salvini che ha annunciato il rimpatrio il prima possibile dell’aggressore: “Un gambiano 23enne, clandestino e con precedenti, ha fatto irruzione nella questura di Sassari brandendo un coccio di bottiglia: ha ferito due poliziotti, fortunatamente in modo lieve, ed è stato neutralizzato. Nessuna tolleranza per i delinquenti che aggrediscono le Forze dell’Ordine, a cui rinnovo la mia stima e la mia solidarietà. Il nostro obiettivo, ora, è rispedire nel proprio Paese questo delinquente“.

Di seguito il post di Matteo Salvini su Facebook

VIA DALL’ITALIA! ??Un gambiano 23enne, clandestino e con precedenti, ha fatto irruzione nella questura di Sassari…

Pubblicato da Matteo Salvini su Domenica 24 marzo 2019

Nelle prossime ore saranno avviate tutte le pratiche per rimandare il 23enne gambiano nel proprio Paese. Il Viminale è al lavoro per completare tutte le carte che servono a questo rimpatrio, confermando la propria stretta sui migranti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Paura a Napoli, crolla una volta nella chiesa di Santa Maria del Popolo degli Incurabili

Reggio Calabria, uccide il padre a coltellate dopo una lite