Nella conferenza stampa di questo pomeriggio, il tecnico del Milan Gattuso ha difeso a spada tratta il regista argentino Biglia.

Biglia non è Pirlo. Semplice, efficace, lapidaria. Questa la spiegazione di Gennaro Gattuso in quattro parole dell’equivoco che aleggia e tiranneggia i giudizi su Lucas Biglia. Se infatti i dati parlano di un giocatore ormai quasi al 100%, dinamico, equilibrato, in ottima forma, i voti della stampa e gli umori dell’ambiente raccontano un Biglia ancora deludente. Per molti cuori rossoneri il Biglia di oggi è ancora un lontano parente del Biglia ammirato alla Lazio. Un’ipotesi smentita da Gattuso con grande veemenza in conferenza stampa: Biglia è quello dello scorso anno, un giocatore preziosissimo, indispensabile. Il problema non sta dunque nell’argentino, ma nelle aspettative illusorie di tutta una fetta di critici rossoneri…

Gattuso difende Biglia: “Non è Pirlo

Il ruolo di regista, di metodista, nel calcio moderno si è quasi del tutto trasformato in quello di equilibratore, metronomo, dinamo della squadra, più che di creatore. Questo l’equivoco alla base dei giudizi su Biglia. Il pubblico di fede rossonera sembrerebbe infatti essere rimasto ancorato all’idea di un regista tutto fantasia, inventore di calcio laddove gli altri vedono solo movimenti casuali. Un centrocampista centrale alla Pirlo, come sottolineato da Gattuso. Ma di Pirlo nel calcio odierno non ce n’è. E di certo Biglia non è nemmeno vicino a ciò che l’ex Milan e Juve era alcuni anni or sono. Perché il concetto di regia dei due è totalmente diverso. Biglia detta i tempi in maniera eccelsa, ma non rischia la giocata, non ha le qualità di lettura che Pirlo possedeva in quantità. L’argentino è molto più vicino a Jorginho, ad oggi forse il miglior regista del campionato. Sotto certi aspetti, somiglia più al Montolivo di alcune stagioni fa. Forse anche per questo la scintilla con il pubblico rossonero non è ancora scoccata. Per ora…

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio Gennaro Gattuso ivm Lucas Biglia milan

ultimo aggiornamento: 09-02-2018


Paraguay, storia d’amore tra giocatore, presidente… e procuratore?

Napoli, nuovo infortunio per Ghoulam: si sospetta una frattura della rotula