Gazzetta: Milan, Sarri resta nome caldo per la panchina

Il nome di Di Francesco vola in pole, ma per la Gazzetta il Milan pensa ancora a Maurizio Sarri. Molto, ovviamente, dipenderà dal piazzamento finale

Eusebio Di Francesco è sempre più vicino alla panchina del Milan, secondo le indiscrezioni dei media. L’ex allenatore di Roma e Sassuolo, però, non è l’unica alternativa a cui sta pensando la dirigenza del club di via Aldo Rossi. Maurizio Sarri, tecnico del Chelsea, è ancora nella lista dei desideri della dirigenza rossonera. Nonostante le grandi difficoltà di quest’anno, Sarri sta portando a compimento una stagione che è da considerarsi più che buona: i Blues, con l’ultima vittoria, hanno quasi blindato il terzo posto con relativa qualificazione Champions e, forti dell’1-1 dell’andata a Francoforte, partono con buone chance di raggiungere la finale di Europa League.

Gazzetta: il Milan continua a pensare a Sarri, ma…

La Gazzetta dello Sport continua dunque a non dare per tramontata la possibilità che Sarri lasci l’Inghilterra dopo solo una stagione, per approdare al Milan. Questo, però, dipenderà da molte variabili: ad essere decisivi saranno sia gli esiti conclusivi della prima annata in Gran Bretagna del tecnico toscano, sia il finale di campionato dei rossoneri.

E’ chiaro che un Milan qualificato alla prossima Champions League possa avere un appeal nettamente superiore per Sarri. La possibilità di competere con le migliori d’Europa, unita a un budget di sicuro più elevato, renderebbe più facile qualsiasi tipo di accordo. Nelle prossime settimane, dunque, se ne saprà di più.

Christophe Galtier Champions Leonardo Ivan Gazidis Paolo Maldini
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Milan, non solo Sarri: dal finale di stagione dipenderanno le strategie future

Tutto o quasi, in casa Milan, è legato a doppio filo al raggiungimento o meno della qualificazione alla fase a gironi della prossima Champions League. I guadagni ipotizzati si aggirerebbero attorno ai 50 milioni di euro. Una somma enorme, legata anche all’aumento di fascino e appetibilità a cui andrebbe incontro il marchio Milan.

ultimo aggiornamento: 08-05-2019

X