Cristiano Ronaldo e Georgina hanno svelato il sesso dei gemelli. La nascita è prevista in primavera.

MANCHESTER (INGHILTERRA) – E’ un Natale sicuramente particolare per Cristiano Ronaldo e Georgina. La coppia è in attesa di due gemelle e la loro nascita è prevista in primavera. Intanto, il portoghese e la compagna hanno deciso di conoscere il sesso dei bambini e comunicarlo ai figli in un modo sicuramente molto curioso.

Sono stati consegnati due palloncini e, al momento dello scoppio, sono usciti coriandoli rosa e azzurro. Questo conferma che saranno un maschio e una femmina. Il prossimo step sarà la questione dei nomi, ma su questo non si hanno ancora certezze.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Nuovi arrivi in casa Ronaldo

C’è sicuramente grande attesa per i nuovi arrivi in casa Ronaldo. La data precisa ancora non la si conosce, ma la primavera è sempre più vicina e il conto alla rovescia per la famiglia è già iniziato. Per CR7 è un punto di ripartenza dopo un periodo non facile in ambito calcistico

Inutile negare che la sua avventura al Manchester United non sta andando secondo le previsioni e l’arrivo di questi gemelli gli potrebbero consentire di affrontare il finale di stagione e i prossimi campionati con una mentalità e una voglia diversa.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

L’amore tra CR7 e Georgina è sempre più forte

Il rapporto tra CR7 e Georgina è sempre più forte. Bisogna dire che da quando i due si sono conosciuti non si sono più lasciati e la nascita dei due gemellini rappresenta ancora una conferma di questo amore. In futuro non si escludono altri arrivi in questa famiglia sempre più numerosa.

Ora, come detto, è partito il conto alla rovescia per dare il benvenuto ai gemellini. E chissà se entrambi decideranno di prendere la strada del padre o della madre oppure intraprendere una carriera diversa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 17-12-2021


Nations League, il calendario dell’Italia

Chi è Mohammed ben Sulayem, il nuovo presidente della FIA