2013, Genoa-Milan 0-2: Pazzini-Balotelli e i rossoneri volano

L’8 marzo 2013, al “Ferraris”, c’è Genoa-Milan. I rossoneri sbloccano il match con Pazzini, il quale deve poi lasciare il posto a Balotelli, autore del raddoppio. E la rincorsa Champions continua…

Dopo aver perso lo scudetto per mano della Juventus, il Milan di Allegri subisce un forte ridimensionamento nel mercato estivo: Ibrahimovic e Thiago Silva vengono ceduti al Psg e al tempo stesso lasciano i rossoneri elementi del calibro di Gattuso, Seedorf, Nesta e Inzaghi, oltre a Van Bommel e Zambrotta. In pratica, quasi una squadra intera non c’è più. Il Diavolo si affida così ai nuovi arrivati: Pazzini, Montolivo e Zapata. L’inizio è complicato ma un eccellente El Shaarawy trascina il Milan alla risalita. Poi, a gennaio, arriva il colpo Balotelli. E la rimonta al 3° posto – ultimo per la Champions – prende sempre più corpo.

Genoa-Milan al “Ferraris”

Venerdì 8 marzo 2013, in anticipo, va in scena Genoa-Milan. Allegri lancia il tridente Niang-Pazzini-El Shaarawy mentre Ballardini si affida all’ex Borriello. La gara precede il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona. I rossoneri partono decisi, pronti a sbloccare il match. Pazzini prende un pestone che lo rende claudicante: Allegri pensa a gettare nella mischia il rientrante Balotelli ma il Pazzo fa in tempo a scaricare in porta un destro potente che picchia sulla traversa prima di insaccarsi in rete! Nel primo tempo non succede di fatto più nulla. A inizio ripresa il Genoa spinge alla ricerca del pari: Bovo centra il palo su punizione, mettendo i brividi a Abbiati. Il Milan risponde con un tiro di Flamini che costringe Frey agli straordinari. Allo scoccare dell’ora di gioco, i rossoneri raddoppiano: sugli sviluppi di un corner, Zapata appoggia per Balotelli che colpisce ancora! Constant perde la testa e si fa espellere: i rossoblu sono tutti nel sinistro di Bertolacci, Abbiati para e protegge la vittoria.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-03-2018

Fabio Acri

X