Tragedia familiare a Genova Prà: un 42enne con problemi psichici, ha accoltellato il padre a causa del volume troppo alto della tv.

Giallo a Genova Prà: Claudio Evangelista, un 42enne con problemi psichici, ha ucciso il padre inferendogli una decina di coltellate. Il motivo? Il volume troppo alto del televisore. Pare che Evangelista non riuscisse a riposare perché il padre aveva il volume del televisore troppo alto.

A quel punto, il 42enne si è munito di coltello da cucina e ha aggredito suo padre, Francesco, accoltellandolo fino a togliergli la vita. La vicenda ha avuto luogo ieri sera, a Genova Prà, in provincia del capoluogo ligure.

Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La vicenda

Il tutto è accaduto nel giro di pochi minuti. La vittima era un 77enne. Suo figlio, nonché carnefice, lo ha colpito con una decina di coltellate, tra cui una al cuore, che ne ha causato il decesso. Sul posto sono giunti gli operatori sanitari del 118 che purtroppo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso della vittima.

Claudio Evangelista, colpevole dell’omicidio, è attualmente seguito dagli specialisti della Salute mentale di Voltri. Durante l’arresto non ha proferito parola. Ad allertare le forze dell’ordine locali è stata la sorella 42enne di Claudio Evangelista. La donna si trovava in casa al momento dell’omicidio, insieme alla madre.

Le due donne hanno spiegato agli inquirenti che la tragedia familiare sarebbe avvenuta a causa del volume troppo alto del televisore, utilizzato dalla vittima in soggiorno. Claudio, nel frattempo, si trovava in camera sua e stava cercando di riposare.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 10-10-2022


Maxi schianto A4: nessun segno di frenata, ipotesi malore per ex sindaco

Novara, crollo del cavalcavia: un’auto inghiottita