Gentiloni: “Alle spalle la crisi più acuta del dopoguerra”

Il presidente del Consiglio: “La direzione di fondo è di una forte correzione in positivo“.

chiudi

Caricamento Player...

La crisi è passata. Lo dicono le statistiche, lo affermano a voce alta i membri del governo, sia passato che presente. Tra questi anche il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che ha parlato così al Forum Ambrosetti, come riportato dall’Ansa: “In questo contesto favorevole, anche se non privo di rischi, l’Italia arriva lasciando alle spalle la crisi più acuta che abbiamo avuto nel dopoguerra. Possiamo finalmente dire di aver lasciato dietro le spalle il periodo più difficile del dopoguerra“.

Gentiloni: “Da noi la crisi è stata più acuta”

Il premier ha quindi proseguito spiegando l’ottimismo delle sue dichiarazioni: “In questi ultimi giorni siamo stati sommersi da un diluvio di dati e statistiche. La direzione di fondo è quella di una forte correzione in positivo. Penso che se ci fosse un premio per l’alta correzione in positivo lo vincerebbe l’Italia. Possiamo poi discutere se staremo nel gruppo di testa. Di certo siamo partiti stando sicuramente più indietro, perché da noi la crisi è stata più acuta e se parti da molto indietro hai chance maggiori di altre“. La strada sembrerebbe dunque quella giusta, al di là di possibili meriti o demeriti. L’importante sarà non cadere nei rischi paventati da Gentiloni.