Gentiloni e Colao al secondo giorno del Forum Ambrosetti. Il Commissario europeo sul patto di stabilità: il tetto del debito sia rivisto in modo realistico.

Nella seconda giornata del Forum Ambrosetti, il commissario Ue Paolo Gentiloni ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda il Recovery plan italiano e ha parlato anche della situazione in Afghanistan.

Forum Ambrosetti, Gentiloni: il nuovo patto di stabilità deve modificare il tetto del debito

Nel corso del suo intervento Gentiloni ha parlato del nuovo fiscal compact e delle strategie che devono essere messe in campo dall’Unione europea. Per il commissario Ue il nuovo patto sulla stabilità fiscale deve evitare il calo di investimenti privati e deve incoraggiare gli investimenti pubblici. Inoltre il nuovo piano deve modificare il tetto del debito.

Per quanto riguarda l’Afghanistan, Genitoloni ha parlato di un epilogo disastroso della guerra e ha ventilato l’ipotesi di dare vita ad una difesa comune.

Si parla con il dittatore nordcoreano, si parla con Maduro in Venezuela. Tendenzialmente lo fanno le autorità di governo. Noi abbiamo lavorato per fare avere medicine alla comunità italiana in Venezuela e per farlo abbiamo discusso con le autorità del Venezuela. Ma questo non può in alcun modo giustificare dei ragionamenti politico-culturale, che per fortuna non sono così diffusi, che dicono ‘questi talebani così male non sono, sono talebani buoni’. Questo per favore togliamocelo dalla testa“, ha dichiarato Gentiloni.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni

Colao: “La grande opportunità che abbiamo ora è usare questi fondi per dare la possibilità che il prossimo giant tech sia europeo”

Nella seconda giornata del Forum è intervenuto anche il ministro Colao, che ha parlato dei suoi obiettivi e di quelli del governo: “Il mio lavoro nel ruolo politico che adesso ho è di assicurarmi che in Italia nel 2026 fibra e 5G arrivino ovunque. Poi per realizzarlo ci saranno gare, ci saranno fondi pubblici che saranno da usare secondo determinate regole“.

Il Ministro dell’Innovazione tecnologica ha parlato anche delle possibilità legate ai soldi del Recovery plan: “Adesso ci sono delle grandi opportunità. Non so se si possa fare un’altra Google, ci hanno già provato senza riuscirci. La grande opportunità che abbiamo ora è usare questi fondi per dare la possibilità che il prossimo giant tech sia europeo“.

Credo che l’autonomia strategica dell’Europa sia importante. Perché quando si è autonomi poi si negozia. Credo sia molto importante che parte delle risorse del Pnrr ma anche molto dei fondi che gestiamo normalmente con i partner europei sia dedicata a ristabilire non una totale indipendenza, ma una forte autonomia dal punto di vista tecnologico, che non vuole dire fare tutto da soli, ma poter trattare“, ha aggiunto Colao.

TAG:
governo Draghi

ultimo aggiornamento: 04-09-2021


Forum Ambrosetti, Mattarella: “L’Ue ha bisogno di sovranità condivisa”

Tamponi gratuiti, Green Pass e vaccini: le proposte della Lega al governo