George Michael, lo spettro dell’eroina dietro la sua tragica morte

L’ombra dell’eroina dietro la tragica morte di George Michael

chiudi

Caricamento Player...

Spunta tra le ipotesi sulle cause della morte di George Michael (53) la pista della droga. Secondo quanto raccolto e pubblicato dal Daily Telegraph, nel corso dell’ultimo anno il cantante avrebbe combattuto contro la dipendenza dalla droga e sarebbe stato ricoverato più di una volta per overdose. Proprio per questo motivo la stella del pop, provato nel fisico e nell’animo, avrebbe limitato le sue comparse in pubblico. Non è dunque da escludere, stando alla stampa inglese, che a causare l’infarto che lo avrebbe tragicamente spento lo scorso 25 dicembre sarebbe stata proprio un’overdose di eroina.

George Michael

A Londra intanto migliaia di fans continuano il loro pellegrinaggio alla casa dell’icona della musica pop inglese, dove lasciano fiori, candele e messaggi di amore o di dolore, ricordando magari qualche frase delle sue indimenticabili canzoni. A Napoli gli artisti del presepe hanno già prodotto le prime statuette del cantante, omaggio tradizionale agli uomini più significativi e importanti.

Volge così al termine un 2016 che tanto ha tolto al mondo della musica, iniziando da David Bowie e passando per, tanto per citarne alcuni, Keith Emerson, Prince, Leonard Cohen, Greg Lake fino, appunto, a George Michael. Peccato.