Germania, morto il politico della Cdu Walter Luebcke: si indaga per omicidio

E’ giallo sulla morte di Walter Luebcke, politico della Cdu. Il 65enne è stato trovato senza vita nel proprio appartamento. Si indaga per omicidio.

WOLFHAGEN (GERMANIA) – E’ stato ucciso con un’arma di piccolo calibro Walter Luebcke. E’ questa l’ipotesi della polizia tedesca sulla morte del politico della Cdu, trovato senza vita nel proprio appartamento di Wolfhagen, in Germania, nella notte tra domenica 2 e lunedì 3 giugno.

A riportare la notizia è stata Bild che ha citato alcuni funzionari della Procura. “Non c’è nessuna prova di un colpevole o di un movente“, precisano gli inquirenti che al momento tendono ad escludere l’ipotesi suicidio. Si segue la pista politica visto che Luebecke nel 2015 si è scontrato con il movimento di destra di Pegida sull’argomento migranti.

Polizia Germania
fonte foto https://twitter.com/elenabulla1

Morto Walter Luebcke, indagini in corso

Il nome di Walter Luebcke è fortemente legato alla Cdu. Con questo partito era stato eletto prima nel parlamento dell’Assia e negli ultimi anni aveva ricoperto il ruolo di presidente del distretto governativo di Kassel. Una morte che lascia diversi punti oscuri da chiarire con gli inquirenti che preferiscono non escludere nessuna ipotesi.

La pista più battuta sembra essere quella di una vendetta politica visto che nel 2015 aveva avuto una discussione violenta con alcuni esponenti del movimento Pegida sui migranti. “Chi non condivide questi valori – aveva detto durante una manifestazione – può lasciare questo Paese in ogni momento, se non è d’accordo. Questa è la libertà di ogni tedesco“.

Era un costruttore di ponti“, così lo ricorda il presidente dell’Assia. Una vita dedicata alla politica e al suo impegno a favore dei più poveri per Luebcke che è stato ucciso nel proprio appartamento. Il corpo è stato ritrovato dai familiari. Al momento si esclude l’ipotesi di un suicido ma gli inquirenti preferiscono aspettare delle prove più certe prima di fare una ipotesi più certa.

fonte foto copertina https://twitter.com/elenabulla1

ultimo aggiornamento: 03-06-2019

X