Gerusalemme: evacuazioni e un arresto, ancora roghi in Israele

60mila persone costrette a lasciare abitazioni ad Haifa dopo una serie di incendi scoppiati in Israele

Centinaia di persone sono state evacuate nella notte tra giovedì e venerdì nel villaggio di Beit Meir, a ovest di Gerusalemme, dopo una serie di incendi scoppiati in Israele e che giovedì avevano costretto circa 60mila persone a lasciare le proprie case ad Haifa.

Un uomo è stato arrestato. Secondo le autorità “c’è la forte possibilità che sia legato agli incendi”. Ieri il premier Benjamin Netanyahu ha dichiarato che se verrà provato che i roghi sono dolosi verranno trattati come atti di terrorismo.

La polizia ha intanto registrato altri incendi a Kiryat Gat, a sud di Tel-Aviv. Ad Haifa invece la situazione sembra tornata “sotto controllo”, i roghi sono stati domati ma migliaia di persone restano ancora fuori casa.

Fonte: www.askanews.it