Giacomo Bonaventura, qualità ma non solo: un inno alla duttilità

Dieci posizioni in sette moduli diversi: Giacomo Bonaventura ha giocato dappertutto. Un jolly che il Milan e Gattuso si tengono ben stretto.

Finalmente, il Milan ha ritrovato Giacomo Bonaventura. Dopo una prima parte di stagione piuttosto complicata, Jack è tornato a fare la differenza e non soltanto in termini di gol. Contro il Crotone, come evidenzia La Gazzetta dello Sport, l’ex atalantino raggiungerà un traguardo importante: cento presenze in campionato con la maglia rossonera. Un leader tecnico in grado di trascinare la squadra con le sue giocate, ma anche un jolly: il cinque milanista, infatti, in tre anni e mezzo di Milan ha ricoperto ben dieci posizioni in sette moduli diversi.

Serie A, 20esima giornata: Milan-Crotone sabato 6 gennaio alle ore 15

Una sorta di record per Bonaventura, punto fermo della formazione rossonera. Nel 3-4-2-1, Jack è stato utilizzato sia come esterno di centrocampo che sulla trequarti, mentre nel 3-5-2 ha fatto l’interno di metà campo. Nel 4-3-1-2, invece, è stato impiegato da mezzala sinistra e dietro le due punte, nel 4-3-2-1 ha giocato da trequartista, nel 4-2-3-1 ha fatto l’esterno sinistro d’attacco. Nel 4-4-2, infine, ha giocato da ala pura, mentre nel 4-3-3 (il sistema di gioco in cui ha ricoperto più ruoli) ha fatto la mezzala destra e sinistra, ma anche l’attaccante esterno su entrambe le fasce.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 05-01-2018

Salvo Trovato

X