Gianluigi Donnarumma, dal Sassuolo al Chievo: due anni da numero uno rossonero

Due anni di rossonero per Gianluigi Donnarumma che proprio il 25 ottobre 2015 esordiva da titolare con la maglia del Milan.

chiudi

Caricamento Player...

MILANO – Dal Sassuolo al Chievo Verona: Gianluigi Donnarumma oggi compie due anni da numero uno rossonero. Era il 25 ottobre 2015 quando Sinisa Mihajlovic decideva di lanciare dal primo minuto un portierino di 16 anni nella sfida molto importante contro i neroverdi al posto di Diego Lopez. Un esordio non eccezionale nel quale ha dimostrato di avere delle grandi qualità messe in evidenza nelle partite successive.

Da idolo alle critiche dei tifosi in estate: quanti esami per Donnarumma

Sono stati molti gli esami superati ma anche no da Gigio Donnarumma nei suoi due anni in rossonero. L’estate più difficile per lui è stata l’ultima quando il mancato rinnovo immediato con il Milan lo aveva messo al centro delle critiche dei tifosi che lo hanno etichettato come “mercenario”. Gigio ha deciso di sposare la nuova causa rossonera rinunciando anche a molti soldi dimostrando l’amore verso la maglia anche se la clausola spaventa sia la dirigenza che tutti i supporters rossoneri per un possibile addio nella prossima estate.

Gianluigi donnarumma Mino Raiola
GIANLUIGI DONNARUMMA

Nel 2018 Donnarumma potrebbe essere il “sacrificato” con Alessandro Plizzari in rossonero

Questa potrebbe essere l’ultima stagione per Gigio Donnarumma con la maglia rossonera. Il mancato accesso in Champions League costringerebbe il Milan a salutare alcuni dei “top player” e tra questi molto probabilmente ci sarà anche lui. Al suo posto ritornerebbe in rossonero un altro talento cresciuto nelle giovanili: Alessandro Plizzari.

Alessandro Plizzari
Alessandro Plizzari

L’esterno difensore classe 2000 in questa stagione sta facendo esperienza in Serie B con la Ternana ma nel prossimo campionato potrebbe tornare “a casa” e iniziare la sua crescita con la maglia rossonera. Mirabelli e Fassone potrebbero decidere di affiancarlo ad un portiere d’esperienza che gli faccia da “chioccia” per un anno prima di affidargli la maglia da titolare.