Giappone, Shinzo Abe annuncia le dimissioni per motivi di salute. La conferenza stampa del primo ministro.

TOKYO – Il premier giapponese Shinzo Abe ha annunciato oggi (28 agosto 2020) nel corso di una conferenza stampa le dimissioni da primo ministro per motivi di salute. La notizia era stata anticipata dalla tv pubblica NHK.

Shinzo Abe, “Mi dimetto per questioni di salute”

Il mio attuale stato di salute, a seguito dei recenti controlli, non mi consente di concentrarmi sulle questioni più importanti che riguardano il governo, ed è il motivo per cui intendo farmi da parte“, ha annunciato il premier in conferenza stampa

I problemi di salute del premier del Giappone

Shinzo Abe lascia l’incarico a causa di problemi di salute. Affetto da una colite ulcerosa che lo aveva già costretto alle dimissioni nel 2005-2006, da alcuni giorni era rientrato in ospedale per controlli medici.

https://www.youtube.com/watch?v=qG0Isoo6xUI

Ricovero in ospedale

Alcuni giorni fa Abe era tornato in ospedale, a distanza di una settimana, per quello che lui stesso ha definito un semplice ulteriore accertamento. Il 65enne capo del governo si era intrattenuto nel Keio Hospital al centro di Tokyo per circa 4 ore, per poi riassicurare gli elettori in un punto stampa di voler continuare a lavorare con determinazione per il bene del Paese.

Il record di Abe Shinzo

Abe è diventato il premier giapponese più longevo di sempre, superando il record di Eisaku Sato – un prozio dell’attuale premier – pari a 2.798 giorni senza interruzioni a cavallo tra il 1964 e il 1972. Il primato di Abe è frutto della somma del primo breve mandato, tra il 2006 e il 2007, e il successivo periodo al governo, a partire dal 2012 ad oggi. La scadenza del suo mandato è settembre 2021.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
dimissioni giappone primo ministro shinzo abe

ultimo aggiornamento: 28-08-2020


Corsa contro il tempo per la riforma della legge elettorale. Si cerca un accordo prima del referendum

Scuola, nuovi banchi a Codogno, Alzano e Nembro. Speranza, ‘Riapertura è una priorità’