Los Angeles 1932 si disputò nel pieno della Grande depressione. Sono i Giochi delle prime grandi campionesse. E l’Italia otterrà un successo mai più ripetuto.

La 10/a edizione dei Giochi olimpici è Los Angeles 1932. Gli Stati Uniti ritornarono a organizzare la manifestazione dopo il flop di Saint Louis nel 1904. Per la prima volta, l’evento venne concentrato: dal 30 luglio al 14 agosto.

Los Angeles 1932, l’assegnazione

La scelta della città californiana fu indiscussa, dato che fu l’unica candidatura pervenuta al Comitato olimpico internazionale. Nel 1932, peraltro, si era nel pieno della Grande depressione che aveva colpito il mondo intero. Ai Giochi parteciparono solamente 1.332 atleti, meno della metà di quelli che si erano presentati ad Amsterdam 1928; questo era dovuto alle nuove regole, che imponevano a una nazione di non poter partecipare a una singola gara con più di tre atleti, e all’impossibilità di alcuni stati di accollarsi le spese per il lungo viaggio fino al lontano Ovest.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=hdq7eYellXU&list=PL1_Us9u8d7jksff8x7dWjvNtvFHjz6ilc&ab_channel=IstitutoLuceCinecitt%C3%A0

I protagonisti, emergono le donne

Tra i successi più significativi una menzione particolare a due atlete, entrambe americane: Babe Didrikson-Zaharias che vince l’oro nel lancio del giavellotto e negli 80 m ostacoli, nonché l’argento nel salto in alto, e Helene Madison, che vince tre medaglie d’oro nel nuoto.

Il medagliere e l’Italia

Gli Stati Uniti fecero la parte del leone, con 41 ori e 103 medaglie totali. Seconda piazza per l’Italia: un piazzamento mai più ripetuto. Il successo della spedizione azzurra fu favorito dal sostegno del regime fascista agli atleti, sostenuti economicamente per dedicarsi a tempo pieno allo sport.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Olimpiadi di Tokyo, no pubblico? Lo stato d’emergenza potrebbe estendersi

Wimbledon, Barty-Pliskova la finale femminile