Giorgia Meloni negli Usa. La leader di Fdi a Washington per il raduno dei conservatori. Stretta di mano con Pompeo, nessun incontro con Trump.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Giorgia Meloni negli Usa. La leader di Fdi è stata tra le protagoniste del raduno dei conservatori. Nessun incontro con Donald Trump ma solo una stretta di mano con il segretario Mike Pompeo.

Non sono venuta qui – ha detto l’esponente di Fratelli d’Italia – per ricevere la benedizione di nessuno. Non cerco di annodare fili, quelli servono solo per i burattini“. Ma le critiche al presidente americano non mancano: “Non mi sono spiegata come sia stato possibile il suo tweet a favore di Conte. Diciamo che è stato mal consigliato. Ho chiesto anche qui il perché del complimento e non mi hanno saputo dare una spiegazione“.

Giorgia Meloni si smarca da Salvini

Giorgia Meloni si ‘smarca’ da Matteo Salvini: “Io non ho rapporti oligarchi russi, al più con l’ambasciatore, solo rapporti ufficiali. Io penso che la Guerra fredda vada archiviata e che la Russia vada recuperata all’asse occidentale in guerra contro l’integralismo islamico. Vanno costruiti rapporti internazionali senza subordinazioni e soggezioni“.

Giorgia Meloni
fonte foto https://www.facebook.com/giorgiameloni.paginaufficiale/

Il pensiero di Giorgia Meloni sulla politica americana

La leader di Fdi si è soffermata anche sulla politica americana, come riportato da Repubblica: “Alcune decisioni non mi sono piaciute. Per esempio noi non saremo mai vicini all’Arabia Saudita e la dichiarazione unilaterale di riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele rischia di esasperare la tensione in una regione mediorientale con un equilibrio precario. Ci deve essere una politica estera italiana, autonoma anche se sempre rispettando l’Alleanza atlantica, come dovrebbe esserci una politica estera europea che invece langue“.

Un primo impegno da leader per Giorgia Meloni che è pronta ad approfittare di qualche passo falso della Lega per prendere il ruolo di numero uno del Centrodestra.

Un deciso discorso in difesa dell'identità da parte del Presidente Donald Trump al National Prayer Breakfast a cui ho preso parte come rappresentante italiana. L'orgoglio della propria identità è la ricetta vincente negli Usa e in molti altri Stati ed è quella che Fratelli d'Italia vuole portare nella nostra Nazione. Siamo pronti a dare all'Italia un Governo di Patrioti capace di difendere gli interessi nazionali.

Pubblicato da Giorgia Meloni su Giovedì 6 febbraio 2020

fonte foto copertina https://www.facebook.com/giorgiameloni.paginaufficiale/


Primarie Dem, Iowa: Buttigieg vince col 26,2%, contro il 26,1% di Sanders. Terza Warren, solo quarto Biden

Prescrizione, accordo M5s-Pd-Leu. No dei renziani. Bonafede attacca: “Se ne assumono la responsabilità”