Deficit e Famiglia, Giovanni Tria frena Di Maio e Salvini

Economia, Tria frena Di Maio e Salvini: è scontro

Deficit e decreto per le Famiglie, Giovanni Tria frena sia Matteo Salvini che Luigi Di Maio. Tensione al governo in vista delle europpe. All’ombra dell’Iva.

Economia, è tensione al governo. Prosegue lo scontro al governo che interessa anche il Ministro dell’Economia Giovanni Tria, bersagliato sia da Matteo Salvini che da Luigi Di Maio.

Decreto per la Famiglia, Di Maio mette sul piatto un miliardo

Il titolare del Mef, in occasione del Consiglio dei Ministri del 20 maggio, ha dovuto bloccare il decreto con il quale Luigi Di Maio intendeva stanziare un miliardo per le famiglie.

Tria gela Di Maio: Non sappiamo cosa sia questo miliardo

Il Ministro ha sottolineato come al momento le casse dello Stato non possano affrontare una spesa del genere nonostante i soldi risparmiati dal Reddito di Cittadinanza.

Non sappiamo cosa sia questo miliardo. Se si spenderà meno di quanto preventivato (per il reddito di cittadinanza, ndr) si saprà a fine anno e non adesso. E’ inoltre chiaro che queste spese non possono essere portate all’anno successivo“, ha dichiarato Tria ad Agorà.

Giovanni Tria
Roma 09/11/2018 – Il Ministro dell’Economia incontra il Presidente dell Eurogruppo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giovanni Tria

Tria: Il deficit non è una decisione autonoma dei marcati

Ma lo scontro è anche con la Lega, o meglio con Matteo Salvini, il quale aveva fatto sapere di essere intenzionato ad abbattere il tetto del 3% per quanto riguarda il deficit.

“Il deficit non è una decisione autonoma dai mercati, perché significa prendere denaro a prestito […],il problema è che il deficit significa che qualcuno sia disponibile a prestarci del denaro a quel tasso di interesse. Inutile pensare di fare un deficit per 2-3 miliardi in più quando poi per fare questo dobbiamo fare interessi aggiuntivi per 2-3 miliardi […]. Salvini lo sa bene e non devo spiegare nulla a nessuno. C’è una campagna elettorale in atto”.

ultimo aggiornamento: 22-05-2019

X