Giugiaro GEA: manifesto del lusso

 

Guida autonoma, quattro motori elettrici e tre ambienti di bordo selezionabili con lo smartphone per la Giugiaro Gea, massima espressione della luxury life a motore del futuro.

Da quando l’Italdesign fa parte integrante del gruppo Volkswagen, i lavori presentati a Ginevra allo stand di Giugiaro hanno assunto un valore di esplorazione di idee e di trend più che di anticipazione vera e propria di nuovi modelli. La strategia di Wolfsburg, infatti, prevede che le concept disegnate dal team del grande maestro che anticipano auto dal sicuro futuro produttivo finiscano sotto l’ombrello del centro stile diretto da De Silva, per essere esposte sugli stand dei vari marchi di proprietà. Nell’atelier temporaneo del più grande designer del secolo, invece, vengono presentati degli studi avanzati, delle proposte a volte provocatorie, destinate comunque a far parlare di sé. È il caso, per esempio, della Gea, la maxiberlina svelata quest’anno, che è un manifesto dell’auto di lusso del futuro.

Progettata utilizzando come faro la tecnologia “piloted driving”, la GEA mostra innanzitutto quali benefici reali potrà portare la guida autonoma nell’utilizzo quotidiano dell’auto. Questo tipo di soluzione oltre ad assicurare viaggi più sicuri comporterà una vera rivoluzione nella fase progettuale del veicolo. La GEA rappresenta una “visione” su target lusso di quello che ci aspetta. La sua “cellula abitativa” interattiva e multifunzionale è, infatti, trasformabile a seconda delle esigenze in un ambiente business, wellness (sviluppato in collaborazione con Technogym) o dream. Vi si accede attraverso portiere che si spalancano a libro sino a 90 gradi: per aprirle si può utilizzare un comando sullo smartwatch o sullo smartphone. Ci si accomoda in poltrone “regali” e si è pronti a godersi anche il minimo spostamento isolati dal mondo. Quando è attiva l’autonomous drive, infatti, i vetri diventano scuri e creano una barriera visiva con l’esterno.

Progettata e sviluppata per creare un’esperienza di utilizzo unica per i passeggeri, la GEA ha il suo cuore nella cosiddetta sfera di controllo. Una volta inserito in essa uno smartphone (per il prototipo è stato utilizzato un LG Flex), tramite una app dedicata i passeggeri possono intervenire su tutte le funzioni di bordo: dall’opzione guida automatica alla scelta dell’ambiente interno, dalla climatizzazione all’infotainment. Limousine “green” a zero emissioni, la Giugiaro GEA è lunga 5,37 metri, larga ben 198 cm e ha un passo di 3,33 metri. I suoi a quattro motori elettrici posti sui differenziali erogano la bellezza di 765 cavalli, abbastanza per riprese brucianti nonostante le due tonnellate di peso e per spingerla sino a 250 km/h autolimitati elettronicamente. I propulsori sono alimentati da un pacco batteria che può essere ricaricato a induzione, senza cioè la necessità di attaccare fisicamente una presa alla rete elettrica grazie a innovative tecnologie wireless.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-03-2015

Redazione News Mondo

X