Il premier Giuseppe Conte combatte su due fronti: attraverso Gualtieri dovrà fornire chiarimenti a Bruxelles sulla manovra. Poi c’è l’audizione davanti al Copasir.

Sono ore calde per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che dovrà rendere conto sia all’Unione europea che al Copasir. A Bruxelles risponderà in realtà Roberto Gualtieri, anche se il ministro dell’Economia ha lavorato a stretto contatto con il premier. Davanti al Copasir Conte invece srà da solo e dovrà spiegare perché abbia permesso a un politico straniero di incontrare i servizi segreti italiani. E perché non abbia detto a nessuno.

Giuseppe Conte
Roma – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Prof. Giuseppe Conte, oggi 4 settembre 2019. (Foto di Paolo Giandotti – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Giuseppe Conte e le risposte dell’Italia all’Ue sulla manovra

Dopo un vertice di governo fiume il governo era riuscito a blindare la manovra che potrebbe però subire delle modifiche. L’Unione europea ha infatti inviato una lettera al governo italiano chiedendo chiarimenti soprattutto sulla riduzione del debito per il 2020.

Lo scenario non è ottimale per il governo ma anche da Bruxelles hanno precisato che la situazione non è quella dello scorso anno. Il rischio di una deviazione sembra concreto ma l’Ue non palesa preoccupazioni eccessive. E probabilmente non vuole uno scontro aperto on un esecutivo filo-Ue visto che l’alternativa sarebbe il Centrodestra guidato da Salvini.

“Forniremo tutti i chiarimenti, non siamo preoccupati. È un’interlocuzione doverosa con Bruxelles alla quale non ci sottrarremo […]. Una volta operata una sintesi non si può riaprire, non può essere stravolta. Non temo il conflitto parlamentare, ha dichiarato il Presidente del Consiglio.

Giuseppe Conte
L’arrivo al Quirinale del Prof. Giuseppe Conte,convocato dal Presidente Sergio Mattarella. (foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Russiagate, Conte al Copasir per chiarire la sua posizione

Conte nella giornata odierna parlerà anche al Copasir. Il premier dovrà chiarire la natura dei rapporti con il ministro della Giustizia William Barr e i motivi per cui ha acconsentito agli incontri tra il politico statunitense e i vertici dei servizi segreti italiani, che a loro volta dovranno poi parlare di fronte al Copasir.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 23-10-2019


I fondi russi e il rosario, le verità nascoste di Salvini (secondo Report)

Non c’è pace al governo, sono scintille tra Di Maio e Conte. E la maggioranza si divide