De Longhi, il patron del gruppo indagato per inside trading

Giuseppe De Longhi indagato per inside trading. Nel mirino degli nquirenti la cessione della DeLClima alla Mitsubishi Electric Corporation.

Bufera sul gruppo De Longhi dopo la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati del suo patron, sospettato di insider trading alla luce del dubbio andamento del capitale societario, che sarebbe addirittura raddoppiato in pochi giorni.

Giuseppe De Longhi indagato per sospetto inside trading

Giuseppe De Longhi e la sua assistente sono indagati per la cessione del 74,97% delle quote della DeLClima alla Mitsubishi Electric Corporation, concretizzatasi nel 2015. Nel corso delle operazioni, stando alle ipotesi investigative, sarebbero state commesse delle irregolarità.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

Le ipotesi degli inquirenti sulle irregolarità commesse da Giuseppe De Longhi

A Giuseppe De Longhi, patron del noto gruppo, sarebbe contestato il fatto di aver fornito informazioni riservate a pochi giorni dalla firma dell’accordo con la Mitsubishi, un’operazione che avrebbe favorito Alberta De Longhi. Al termine delle operazioni di compravendita, la famiglia avrebbe avuto un guadagno di 360.000 euro, un guadagno sul quale indagano le autorità.

Anche l’assistente di Giuseppe De Longhi nel registro degli indagati

Nel mirino degli inquirenti, e sul registro degli indagati, anche la collaboratrice segretaria, anche lei in possesso delle informazioni sensibili che sarebbero circolate. La donna avrebbe inoltre acquistato le azioni della società salvo poi rivenderle per un guadagno netto di circa 13.000 euro.

ultimo aggiornamento: 28-03-2019

X