Reverendo del Tennessee mette al bando i libri di Harry Potter nella biblioteca di una scuola: “Gli incantesimi sono veri”, è pericoloso.

Un reverendo del Tennessee, dopo aver consultato gli esperti statunitensi e del Vaticano, ha deciso di mettere al bando i libri di Harry Potter in quanto gli incantesimi citati all’interno sarebbero veri, con un fondamento e una validità.

Tennessee, reverendo mette al bando i libri di Harry Potter

La notizia ha fatto in pochi minuti il giro del mondo anche perché si tratta della demonizzazione di uno dei libri fantasy più letti dai ragazzi di tutto il mondo che quindi, seguendo il ragionamento, sarebbero venuti a contatto con formule magiche vere, con la magia oscura.

Nel comunicato inviato alle famiglie dei bambini e dei ragazzi che frequentano l’istituto scolastico della St. Edward Catholic School di Nashville, il reverendo ha annunciato la rimozione dei testi in questione dalla biblioteca. La decisione è stata presa per tutelare i ragazzi in quanto la magia, a differenza di quanto suggerito dalla serie best seller, non è mai positiva. Inoltre le formule magiche riportate nei libri sarebbero vere e potrebbero evocare uno spirito alla presenza del lettore.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Harry Potter
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/HarryPotterIT

La battaglia della Chiesa contro i libri della Rowling

Va detto per onestà e dovere di cronaca che non siamo di fronte alla prima bocciatura delle opere della Rowling. Il primo a bandire i testi fu un pastore del New Mexico, che nel 2001 organizzò una cerimonia per bruciare i libri della nota saga. Anche Ratzinger, non ancora Papa, si scagliò contro i testi della Rowling con una lettera formale.


Mangia solo patatine dalla prima media, diciassettenne diventa cieco

Caos Brexit, Johnson ‘minaccia’ nuove elezioni, affonda la sterlina