Governo, ora il duello è tra Salvini e Giuseppe Conte

Lotta al governo, ora il duello è tra Conte e Salvini

Tensioni all’interno del governo, Di Maio si defila, ora lo scontro è tra Salvini e Conte. Il capo della Lega detta il passo, il premier difende la sua indipendenza.

Il governo torna al lavoro ma non senza tensioni. Il duello ora è tra Giuseppe Conte e Matteo Salvini. Luigi Di Maio ha deciso di fare un passo indietro, anzi di lato, dopo i risultati delle elezioni europee del 26 maggio. Non è diventato uno Yes-Man ma ha capito che il confronto diretto con il leader della Lega, se non ci sono contenuti politici, danneggia il Movimento Cinque Stelle.

Tensioni al governo, duello tra Matteo Salvini e Conte

Ora a recitare la parte dell’anti-Salvini è il premier Conte. Il capo del governo aveva mandato un chiaro messaggio al leghista già in occasione della famigerata conferenza stampa dell’ultimatum. Rivolgendosi sia a Salvini che a Di Maio, Conte ha mandato diverse frecciatine al numero uno della Lega.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Giuseppe Conte vuole minimizzare i consensi di Salvini e la vittoria della Lega alle Europee

La politica di distensione secondo il premier passa da una riduzione del potere elettorale di Salvini. Anche a poche ore dal vertice del 10 giugno il capo del governo è tornato ad avvisare la Lega ricordando che il voto delle europee non deve servire a modificare l’assetto del governo giallo-verde. Di fatto i voti non contano.

Giuseppe Conte
Roma 25/05/2018 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Gli scenari futuri: il governo non cade ma…

Difficile ipotizzare che Matteo Salvini voglia arrivare a far cadere il governo. I tempi non sono maturi o quantomeno non sono opportuni. Sulla testa del governo pende la spada di Damocle delle sanzioni europee, mentre all’orizzonte si prospetta una difficilissima manovra economica. Farla da solo significherebbe per il capo della Lega assumersi tutte le responsabilità nel caso in cui le cose non dovessero andare bene.

Quella che si sta combattendo è quindi una guerra di trincea in cui ognuno vuole prepararsi il terreno migliore per il futuro. Ma uno solo alla fine andrà avanti. Prima o poi.

ultimo aggiornamento: 11-06-2019

X