Governo, Martina: “Se ci sarà intesa col M5s giusto consultare la base”

Il segretario reggente del Pd, Martina, apre all’ipotesi di un referendum tra gli iscritti al partito.

Se Pd e M5s troveranno un’intesa di governo, un referendum tra gli iscritti al partito dei dem è un’opzione giusta. Questo il pensiero del segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, che ha parlato così ai microfoni di SkyTg24: “Se la direzione del 3 maggio darà il via libera al confronto con i Cinque stelle penso sia giusto che l’eventuale esito finale di questo lavoro venga valutato anche dalla nostra base nei territori con una consultazione“.

Nel post il messaggio lasciato ieri ai suoi sostenitori su Facebook dal segretario del Pd Martina:

Governo, Martina: “Il 3 maggio decideremo solo se iniziare un confronto

Quello che deve essere chiaro, per Martina, è che il 3 maggio non sarà una data decisiva per la formazione di un governo: “Il 3 maggio non dovremo decidere se fare o non fare un governo con il Movimento 5 stelle, ma se iniziare un confronto, entrare nel merito delle questioni, capire se ci possono essere punti d’intesa. Siamo forze molto diverse e la strada è in salita, Mai presunti vincitori del voto del 4 marzo non hanno offerto prospettive concrete per il Paese. Credo che arrivati a questo punto sia giusto capire se esiste la possibilità di un confronto“.

Martina e gli esecutivi Pd

Su quanto fatto negli scorsi anni dal Pd, però, Martina non ha alcun dubbio: “Io difenderò sempre il lavoro fatto dai governi Pd di questi anni che hanno portato l’Italia fuori da una grande crisi. Ci sono tante cose da fare ancora. Adesso il tema è quello di sfidare i Cinque stelle sui nostri argomenti e capire se esiste la possibilità di un’agenda condivisa di impegni per l’Italia su alcune priorità essenziali“.

D Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-04-2018

Mauro Abbate

X