Governo, nuova fumata nera. Di Maio: “No a Berlusconi”

Seconda fumata nera per il prossimo governo. Salvini aveva aperto ad un possibile via per le trattativa ma arriva la netta chiusura del Movimento 5 Stelle.

ROMA – Nuova fumata nera per il prossimo governo. Il secondo giro di consultazioni da parte della presidente del Senato, Elisabetta Maria Casellati, ha dato ancora una volta un nulla di fatto. Domani ci sarà il summit con Mattarella che potrebbe decidere di dare l’incarico esplorativo con il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico.

Maria Elisabetta Alberti Casellati
Maria Elisabetta Alberti Casellati (fonte foto https://twitter.com/SkyTG24)

Governo – Salvini pensava positivo: “Siamo pronti a parlare con Di Maio”

Nella giornata odierna il Centrodestra unito si era presentato all’incontro con la Casellati: “Ci sono dei segnali positivi – dichiara Salvini subito dopo il colloquio – ma ora aspettiamo Di Maio. Ieri siamo usciti con gli schiaffoni mentre oggi con il sorriso quindi metà dell’opera è fatta. Speriamo che oggi sia il giorno buono. Se cadono i veti si parte, si parla di programmi“.

Il video con le parole di Salvini dopo il colloquio con la Casellati

Ora in diretta fuori da palazzo Giustiniani.

Pubblicato da Matteo Salvini su giovedì 19 aprile 2018

Governo – Immediata la risposta di Di Maio: “Niente governo con Berlusconi”

Il sorriso di Salvini, però, viene spento immediatamente da Di Maio: “Noi non possiamo andare oltre certi limiti. Ce la stiamo mettendo tutta e confermiamo la nostra volontà di fare un governo con Salvini ma senza Berlusconi e Meloni. Forza Italia e Fratelli d’Italia potrebbero aiutarci dall’esterno ma non possiamo sederci allo stesso tavolo in quattro“.

Il video con le parole di Di Maio dopo il colloquio con la Casellati

Secondo giro di consultazioni con la Presidente del Senato.

IN DIRETTA DAL SENATOLe nostre dichiarazioni a seguito del secondo giro di consultazioni. Collegatevi!

Pubblicato da Luigi Di Maio su giovedì 19 aprile 2018

Domani mattina la presente del Senato salirà al Colle per parlare con Mattarella. Il presidente della Repubblica ora dovrà decidere se continuare su questa strada oppure muoversi in altro modo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/

ultimo aggiornamento: 20-04-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X