Tensione al governo, l’ultimatum del M5s

Il M5s lancia un messaggio alla Lega: “Il Governo va avanti se i corrotti vengono cacciati. Altrimenti non si può continuare insieme”.

ROMA – Ore, giorni decisivi per il futuro del Governo. La tensione continua ad essere molto alta con il M5s che inizia a mettere dei paletti alla Lega per continuare il percorso iniziato ormai un anno fa.

Non pensiamo che il Carroccio sia fatto da tutte persone corrotte – precisano alcune fonti grilline riportate dall’ANSAma che si tiene i corrotti purtroppo sì. E di questo deve rispondere ai propri elettori. Non possono pensare di governare con una forza come il M5s che ha come valore principale la lotta alla corruzione e comportarsi come stessero governando con Berlusconi. I corrotti vanno allontanati e su questo non molleremo mai, indipendentemente dalle elezioni“.

Luigi Di Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio

M5s avvisa la Lega: “Se pensano che dopo le elezioni cambierà qualcosa con la minaccia di far cadere il governo si sbagliano”

Le fonti pentastellate rispondono anche alle parole rilasciate dal capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari: “Le sue dichiarazioni sembrano mettere le mani avanti per salvare Rixi se dovesse essere condannato. Se dal Carroccio pensano che dopo le elezioni cambierà qualcosa con la minaccia di far cadere il governo si sbagliano. Il M5s non accetterà di tenersi un condannato nell’esecutivo e forse i leghisti non capiscono il valore dell’anti-corruzione per il MoVimento“.

E’ scontro Lega-M5s

Il futuro di questo governo sembra essere ormai segnato. Lega e M5s sono ai ferri corti da tempo anche se i propri leader confermano l’intenzione di voler proseguire per altri quattro anni. Un punto definitivo dovrebbe arrivare dalle prossime elezioni Europee con il Carroccio che in caso di vittoria potrebbe decidere di far cadere la maggioranza per ritornare alle urne e salire a Palazzo Chigi insieme al Centrodestra unito.

ultimo aggiornamento: 17-05-2019

X