GP delle Americhe: Dovi e Vale sul podio

Al GP delle Americhe vince Marquez con la Honda, ma ancora una volta due italiani salgono sul podio. Andrea Dovizioso, secondo davanti a Valentino Rossi.

Il Vale Davy Crockett e il Dovi Bowie difendono Fort Alamo dall’attacco dei messicani, pardon spagnoli e Alamo è in realtà Austin in Texas anche se dal celebre forte dista un “tiro di scoppio”. Per il resto l’attacco c’e stato e come e la difesa altrettanto dura e disperata, ma con un Marquez in palla non c’è stato nulla da fare. I nostri hanno potuto vedere solo da lontano gli scarichi della Honda del fuoriclasse spagnolo.

A questo punto chiusi i giochi per il gradino più alto del podio, il GP delle Americhe si è trasformato in una lotta tra fratelli. A dare una mano al Dovi è arrivato anche Iannone, venuto su come un missile dalle retrovie dimostrando che i podi del Quatar non erano un exploit fortunato, ma il segnale che la Ducati c’è e come. Va come un fulmine e riesce a stare davanti in accelerazione e in velocità pura alla Yamaha. Nulla a che vedere con la scorbutica GP di un tempo che bisognava guidare di forza. La GP15 scivola tra le curve come un violino. Dovizioso si è esibito in una grande sinfonia ed ha potuto tenere dietro nientemeno che “il Dottore” e la sua Yamaha. Non è riuscito a fare altrettanto Iannone protagonista di un furibono inseguimento, ma che alla fine ha dovuto lasciare il passo a Lorenzo, febbricitante, ma con una marcia in più.

Niente quindi trittico azzurro sul podio, ma la conferma che il Dottore è tornato e un altro italiano in sella a una moto italiana ha tutta l’intenzione di dire la sua. Il campionato è appena iniziato, ne vedremo ancora delle belle. Dunque tutti pronti “a salire in piedi sul divano”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-04-2015

Enzo Caniatti

X