GP di Germania: Marc-Vale 1 pari

Nel GP di Germania Valentino Rossi, dopo la strepitosa vittoria in Olanda, si deve accontentare del terzo posto alle spalle di Pedrosa e lasciare la vittoria a Marc Marquez tornato il “cannibale”.

Nel GP di Germania Marc Marquez pareggia i conti con Valentino Rossi. Dopo l’incredibile sorpasso subito ad opera del Dottore quindici giorni fa ad Assen all’ultima curva prima del traguardo, questa volta non ha voluto rischiare ed appena si è trovato solo al comando ha impresso alla corsa un ritmo infernale scrollandosi di dosso tutti i potenziali avversari compreso Rossi che, dopo aver tentato di stargli a ruota, ha visto aumentare inesorabilmente il distacco ed è stato costretto, quando mancavano una decina di giri alla fine, a lasciare passare anche Dany Pedrosa. Segno inequivocabile che al Sachsenring le Honda ne aveva più delle Yamaha. Quarto Jorge Lorenzo, autore di una partenza fulminante, che non ha potuto però amministrare come avrebbe voluto. Jorge, in testa nei primi giri, ha cercato di involarsi come il suo solito, ma poi è stato ripreso e infilato da manuale prima da Marquez, poi da Rossi e infine da Pedrosa, tornato in perfetta forma fisica.

Ciò che è apparso evidente al Sachsenring è la netta superiorità di Honda e Yamaha. I magnifici quattro hanno impresso alla gara un ritmo da paura infliggendo abissali distacchi agli avversari. Il mondiale diventa sempre più una sfida tra i due colossi nipponici, con Ducati e le altre costrette al ruolo di comprimarie. Vedremo se a Indianapolis la Casa di Borgo Panigale saprà colmare il gap che la separa attualmente da Honda e Yamaha, soprattutto sul fronte della telaistica. La Honda è tornata al telaio 2014, Marquez e Pedrosa si sono ritrovati tra le mani di nuovo un violino e lo hanno dimostrato con una fantastica doppietta su uno dei più guidati circuiti del mondiale. A Indianapolis dominano invece i rettilinei, dove la velocità di punta può fare la differenza. È la grande occasione per Ducati di tornare tra le protagoniste di uno dei più accesi mondiali della pur breve storia della MotoGP che, in quanto a spettacolo e pura adrenalina non solo in pista ma anche tra il pubblico televisivo, ha nettamente superato la tanto blasonata, ma spesso noiosa F1.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-07-2015

Enzo Caniatti

X