Quanto dura il Green pass dopo la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Covid e cosa cambia tra dose aggiuntiva e dose booster.

Avviata la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Covid nei soggetti indicati dalle autorità sanitarie, ci sono ancora diversi punti da chiarire o comunque non ancora chiari per tutti. Una domanda frequente riguarda il Green Pass: quanto dura il Green Pass dopo la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Covid?

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Dose aggiuntiva e dose booster

Partiamo da una distinzione importante. Ricordiamo che la terza dose del vaccino non ha la stessa funzione per tutti. Per i soggetti immunocompromessi si parla di dose aggiuntiva, quindi di una dose che si ritiene necessaria per tenere alto il sistema di protezione, altrimenti poco efficiente contro il Covid. Per i soggetti senza particolari patologie o problemi di salute si parla di dose booster, quindi di una dose di potenziamento.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Chi deve fare la terza dose di vaccino

In base alle indicazioni del 20 settembre 2021, la terza dose aggiuntiva è raccomandata a persone immunocompromesse, come ad esempio i trapiantati e i malati oncologici. In tutto si parla di una platea di tre milioni di persone circa. La somministrazione avviene ad almeno ventotto giorni di distanza dalla somministrazione della seconda dose.

La dose booster è invece raccomandata agli over 80, al personale e agli ospiti delle Rsa e al personale sanitariodai 60 anni in poi o con patologie o considerati a rischio per l’esposizione al virus.

Inoltre, alla luce delle indicazioni dell’8 ottobre 2021, la dose booster è raccomandata a tutti gli over 60 e ai soggetti fragili di ogni età.

A differenza della dose aggiuntiva, la somministrazione della dose booster avviene ad almeno sei mesi di distanza dal completamento del ciclo vaccinale.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Quanto dura il Green Pass dopo la terza dose di vaccino contro il Covid

Dopo la somministrazione della terza dose di vaccino si riceve automaticamente un nuovo Green Pass. La durata della nuova certificazione verde è di dodici mesi. Sostanzialmente si tratta di un rinnovo del Green Pass. Rinnovo che, come detto, avviene in automatico. I soggetti vaccinati con terza dose riceveranno un nuovo documento che presenta la dicitura 3 di 2, per indicare che il soggetto ha ricevuto la terza dose dopo il completamento del ciclo vaccinale standard, che prevede la somministrazione di due dosi di vaccino. I vaccinati con Johnson and Johnson, vaccino monodose, riceveranno invece un nuovo Green Pass con la dicitura 2 di 1, per indicare che hanno ricevuto la dose aggiuntiva dopo la vaccinazione standard.

Le reazioni avverse dopo la somministrazione della terza dose

Per quanto riguarda gli eventi avversi, nell’ultimo rapporto l’Aifa ha segnalato una sola segnalazione sospetta a fronte di 46.000 somministrazioni circa. Dati ovviamente rincuoranti.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 18-10-2021


La Cina testa un missile ipersonico, sorpresi gli Stati Uniti

Mascherine, Domenico Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato