Green Pass falsi venduti sui social, quattro persone indagate. Due sono minori.

ROMA – Blitz della Polizia contro i Green Pass falsi venduti sui social. Come scritto dal Corriere della Sera, negli ultimi giorni su diversi canali Telegram erano disponibili certificati vaccinali non veri, acquistabili ad un prezzo compreso tra i 150 ed i 500 euro. Per poter entrare in possesso di questi fogli bastava pagare in criptovaluta o buoni acquisto di piattaforme per lo shopping online.

Quattro persone risultano essere indagate, due di queste sono minori, ma non si esclude il coinvolgimento di altri cittadini coinvolti in questa attività. I punti da chiarire sono diversi e gli approfondimenti continueranno nelle prossime ore.

Il messaggio su Telegram

Sono diversi i messaggi che giravano sui canali Telegram. In uno di questi si specificava che “attraverso i dati forniti (nome e cognome, residenza, codice fiscale e data di nascita) una dottoressa nostra collaboratrice compila un certificato verde (quindi sì, risulti realmente vaccinato per lo Stato) e da lì il green pass“.

La nota della Polizia

L’indagine è stata condotta dagli inquirenti in questi ultimi giorni e non si escludono altri blitz nei prossimi giorni sempre nei confronti di queste persone che gestiscono i canali Telegram. “Si rammenta – si legge nella nota – che qualsiasi certificato Green Pass originale non può essere falsificato o manomesso poiché ogni certificazione viene prodotta digitalmente con una chiave privata del Ministero della Salute che ne assicura l’autenticità. Ad ogni controllo con la preposta App ufficiale Verifica C19, viene interrogata la banca dati ministeriale contenente l’elenco ufficiale della popolazione vaccinata, e di conseguenza, un QR-CODE generato con una certificazione non autentica, non supererebbe la procedura di verifica“.

Un messaggio che è stato ricordato nei giorni scorsi anche dal ministero della Salute. E nei prossimi giorni non si escludono ulteriori blitz simili.

ultimo aggiornamento: 09-08-2021


Tragedia nel Padovano, bambino di 7 anni morto in piscina

Coronavirus in Francia, al via il Green Pass obbligatorio