Green Pass obbligatorio anche per i trasporti, come funzionano i controlli su treni, navi e aerei. Cosa bisogna sapere prima di mettersi in viaggio.

Dal 1 settembre il Green Pass obbligatorio è stato esteso anche alla scuola e ai trasporti, e molti si chiedono ancora come funzionano i controlli, chi può chiederci di esibire la certificazione verde e quando.

Green Pass obbligatorio e trasporti, le regole dal 1 settembre

Partiamo dalle basi. Dal 1 settembre la certificazione verde diventa necessaria per viaggiare su mezzi (aerei, treni, pullman e navi) che coprono tratte di medio-lunga percorrenza e che quindi si distinguono dal trasporto pubblico a breve percorrenza (bus, metro, tram) che resta libero, quindi utilizzabile anche senza Green Pass. Nel dettaglio, dal 1 settembre la certificazione verde è obbligatoria per:

aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;
treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Green Pass
Green Pass

Trasporti e Green Pass obbligatorio, come funzionano i controlli su treni, aerei, navi e bus e a quanto ammontano le sanzioni

Nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri numero 32, quello che ha disposto l’estensione del Green Pass a trasporti e scuola, non sono specificate le regole per i controlli della certificazione verde.

I controlli sui treni. Sanzioni fino a 1.000 euro per i soggetti non in regola

Come visto in precedenza, il Green Pass è obbligatorio per viaggiare su treni Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità. Il controllo della certificazione verde avviene a bordo del treno, con il personale di Ferrovie che chiederà la certificazione insieme con il titolo di viaggio. Se il passeggero non è provvisto della certificazione, questo verrà fatto scendere alla prima stazione utile e rischia una sanzione da 400 a 1.000 euro.

Come funzionano i controlli sugli aerei

Per quanto riguarda i voli, il controllo spetta alle compagnie aree, incaricate di controllare il Green pass insieme con il titolo di viaggio.

Il Green Pass sui traghetti

Invece per quanto riguarda traghetti e navi il controllo avverrà prima di salire a bordo. La procedura spetta al personale delle compagnie.


Morto lo scrittore Daniele Del Giudice

È morto Mikis Theodorakis, l’uomo del Sirtaki