Il governo Draghi ha varato le regole per quanto riguarda l’uso del Green Pass a scuola e all’Università. Per chi vale l’obbligo.

Con il decreto approvato in Cdm nella giornata del 5 agosto, il governo ha fissato le regole sull’uso del Green Pass per quanto riguarda la scuola e l’Università optando per una stretta significativa.

La scuola in presenza

Un punto fermo condiviso da tutte le forze politiche è che l’anno scolastico 2021-2022 sarà in presenza. L’unica deroga concessa è per Regioni o PA in zona Arancione o in zona Rossa che si trovino in una situazione di eccezionale straordinarietà legata all’aumento dei contagi o alla diffusione del virus.

Nell’anno scolastico 2021-2022, l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza. La misura è derogabile esclusivamente in singole istituzioni scolastiche o in quelle presenti in specifiche aree territoriali e con provvedimenti dei Presidenti delle Regioni, delle province autonome di Trento e Bolzano e dei sindaci, adottabili nelle zone arancioni e rosse e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti“, si legge sul comunicato pubblicato sul sito del governo.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Scuola
Scuola

Green Pass obbligatorio, le regole per la scuola e per l’Università

Per quanto riguarda le misure di sicurezza, il governo stabilisce che “è fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai sei anni, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, per i soggetti impegnati nelle attività sportive. Le linee guida possono derogare all’obbligo di mascherina se alle attività partecipano solo studenti vaccinati o guariti“. Quindi, come anticipato, si tornerà a scuola con la mascherina.

Inoltre, “è vietato accedere o permanere nei locali scolastici ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea oltre i 37,5°“. Nulla di nuovo rispetto alle regole già in vigore.

Il tema delicato è quello del Green Pass. Il governo ha deciso di estendere l’obbligo a tutto il personale scolastico e universitario e agli studenti universitari.

Tutto il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari (che potranno essere sottoposti a controlli a campione) devono possedere il green pass. Il mancato rispetto del requisito è considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso“.

Di seguito un video con le regole dal 6 agosto, data dalla quale il Green Pass diventa obbligatorio per accedere a diversi servizi.

TAG:
coronavirus governo Draghi

ultimo aggiornamento: 06-08-2021


Green Pass obbligatorio, le regole per bar e ristoranti

Monitoraggio Iss, indice Rt stabile, sale l’incidenza. I colori delle Regioni da lunedì